Naruto, il vero motivo per cui Masashi Kishimoto introdusse Kaguya Otsutsuki

Naruto, il vero motivo per cui Masashi Kishimoto introdusse Kaguya Otsutsuki
di

Una delle scelte più sorprendenti prese da Masashi Kishimoto nella scrittura del finale di Naruto riguarda l’aggiunta di un potente antagonista inedito: la principessa Kaguya Otsutsuki. Apparsa nel capitolo 646, Kaguya è stata la minaccia finale della serie, ma ha portato con sé la rivelazione dell’esistenza di alieni nell’universo dei ninja.

Oltre per seguire il desiderio di sorprendere i lettori con un villain inedito, Kishimoto ideò il personaggio di Kaguya con un obiettivo molto preciso in mente: spodestare Madara Uchiha dal ruolo di antagonista perché stava diventando eccessivamente ridondante nella narrazione. Partendo da questa idea poi aggiunse dettagli e informazioni volte ad approfondire le origini del mondo dei ninja conosciuto fino ad allora, mostrando la nascita delle abilità legate al chakra. Kaguya, infatti, era convinta di dover mangiare il frutto dell’Albero Divino per attingere ad un potere sufficiente a fermare qualsiasi conflitto.

Per questo motivo, mangiò il frutto e divenne la prima creatura in grado di usare il chakra. Tuttavia, la sua enorme sete di potere la pose su un percorso di morte e distruzione, e venne fermata solo grazie all’intervento dei suoi due figli, Hamura e Hagoromo, i quali ereditarono parte dei poteri derivanti dal chakra, avuti con un uomo della Terra, considerato inferiore rispetto agli standard del clan Otutsuki. Questo gruppo di creature aliene, molto simili agli esseri umani, è stata una conseguenza indiretta del desiderio di Kishimoto di eliminare Madara, che stava diventando troppo potente nella scala di potere dei ninja.

Hagoromo Otsutsuki divenne poi il capostipite di tutti i ninja, studiando il chakra e i suoi utilizzi per elaborare le tecniche arrivate ai giorni di Naruto e Boruto. In sostanza, Kishimoto pensò al personaggio di Kaguya per spodestare Madara dalla sua posizione di villain, ed elaborò al contempo un background affascinante, aggiungendo effettivamente gli alieni al suo universo, e delineando le origini della stirpe dei ninja come è conosciuta oggi. L’autore concepì anche uno schema ciclico riguardante Kaguya, dato che come avvenne in passato, per fermarla è stato necessario l’intervento dei lontani discendenti dei suoi figli: Naruto e Sasuke in persona.

In conclusione, ecco l’antieroe simbolo della serie di Kishimoto, e le 5 scene più violente di Naruto.

FONTE: OTAKUART

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi