di

Finalmente ci siamo: Neon Genesis Evangelion è finalmente approdato su Netflix. La celebre piattaforma di streaming ha accolto l'anime che conta ben 26 episodi, tra i quali gli ultimi due non concludono totalmente l'opera. Ma niente paura, su Netflix fanno capolino anche i due film conclusivi.

Neon Genesis Evangelion Death & Rebirth e The End of Evangelion, questi i nomi dei due lungometraggi prodotti dallo Studio Gainax. La prima pellicola possiede dei caratteri più personali e maggiormente distaccati dalla serie tv - nonostante ne riprenda alcune scene - mentre la seconda è una reinterpretazione delle puntate 25 e 26 al fine di conferire all'opera un epilogo convincente.

Il regista di Evangelion è Hideaki Anno, che insieme al character designer Satoshi Sadamoto hanno dato vita ad un opera che ha sconvolto i canoni delle produzioni animate correnti negli anni 2000. L'opera è infatti cosparsa di riferimenti religiosi e temi dalla profondità non comune per gli anime, potremmo dire anche di oggi, diversificandosi dalle produzioni di massa di quel tempo e brillando di luce propria come un prodotto dal taglio assolutamente autoriale. Vi lasciamo una breve sinossi della trama che vi fa capire un po' il background narrativo prima di addentrarvi nella visione.

La serie prende le mosse da un evento catastrofico: un enorme cataclisma chiamato Second Impact ha determinato non solo lo scioglimento della calotta australe ma anche un'inclinazione dell'asse terreste, sconvolgendo gli equilibri climatici. Questa catastrofe globale portò alla morte miliardi di persone, ma sarà questa la verità?

Di recente è stato annunciato un crossover tra Evangelion e Godzilla in un parco giapponese. Insieme all'opera di Studio Gainax qui potete trovare gli altri anime che approderanno su Netflix nel mese di giugno.

Quanto è interessante?
3