Neon Genesis Evangelion: l'ex direttrice del doppiaggio inglese risponde alle critiche!

Neon Genesis Evangelion: l'ex direttrice del doppiaggio inglese risponde alle critiche!
di

Le critiche riguardanti il nuovo doppiaggio di Neon Genesis Evangelion non hanno toccato solo l'Italia, dove recentemente Netflix ha addirittura deciso di fare un passo indietro, ma anche molti altri Paesi oltreoceano.

In particolare, il doppiaggio ad aver accusato il maggior numero di critiche dopo il nostro è stato quello inglese, seppur per motivi differenti. Mesi fa infatti, dopo che Netflix annunciò per la prima volta la scelta di affidarsi ad un nuovo doppiaggio, le voci inglesi di Shinji (Spike Spencer), Rei (Amanda Winn Lee) e Misato (Allison Keith) fecero partire una petizione per chiedere di essere reinseriti nel nuovo Cast.

Nonostante il tira e molla, il colosso streaming americano decise comunque di affidarsi ad una nuova squadra, incontrando qualche leggera critica ma riuscendo a far valere la sua scelta.

La ricezione del doppiaggio però fu, come nel nostro caso, decisamente negativa. La principale critica sollevata dai fan non riguardò il lavoro dei doppiatori, bensì l'adattamento, secondo molti troppo letterale e quindi a tratti privo di emozioni.

A rispondere alle critiche ci ha pensato però la stessa Amanda Winn Lee, ex voce di Rei e direttrice del doppiaggio inglese dei due film di Evangelion. Come potete osservare in calce, l'attrice ha scritto sul suo profilo Twitter quanto segue: "Per venti fo**utissimi anni ho sentito voi fanboy lamentarvi delle troppe libertà che mi presi nell'adattamento di Eva. Ed ora vi lamentate perché è troppo letterale. Imparate il giapponese e traducetevi la serie da soli o andate a fan**lo. In entrambi i casi smettetela di lamentarvi".

Cosa ne pensate? Secondo voi ha fatto bene a rispondere in questo modo alle critiche? Fatecelo sapere nei commenti, mentre se siete fan dell'opera, non mancate di dare un'occhiata alla nuova action figure dell'EVA 02!

Quanto è interessante?
6