Neon Genesis Evangelion: problemi con l'adattamento anche nella versione inglese

Neon Genesis Evangelion: problemi con l'adattamento anche nella versione inglese
di

L'attesissimo capolavoro del regista giapponese Hideaki Anno, Neon Genesis Evangelion, è finalmente arrivato, lo scorso 21 giugno, sulla piattaforma di streaming Netflix. La prime preoccupazioni erano già arrivate con la dicitura "Netflix Original", che sono successivamente sfociate in critiche legate all'adattamento.

Infatti, a causa dello stravolgimento di alcuni termini che negli anni si erano insediati nell'immaginario di Neon Genesis Evaneglion, il nuovo adattamento curato da Gualtiero Cannarsi è stato pesantemente criticato dagli appassionati.

Cannarsi ha risposto alle critiche, ma gli animi di fan non sembrano essersi ancora calmati. Tuttavia, i problemi legati al nuovo adattamento di Netflix sembrano non essere circoscritti all'Italia, ma sembra che anche la versione inglese abbia apportato alcune modifiche che non sono state prese bene dagli appassionati.

Sembra infatti che vi sia stato un significativo cambiamento nel rapporto tra i personaggi Shinji e Kaworu. In un particolare momento dell'episodio 24, "The Last Comet", il doppiaggio recita le parole "Sto dicendo che mi piaci", mentre i sottotitoli riportano la frase "Significa che mi piace". Inoltre, nel precedente doppiaggio inglese, Koworu diceva di "amare" Shinji e quindi il passaggio da "ti amo" a "mi piaci", non va sottovalutato in termini di relazione tra ai due personaggi.

Per alcuni invece, non si tratta di un errore, in quanto sarebbero entrambe traduzioni corrette dal giapponese "suki".

La persona che si è occupata del nuovo adattamento inglese, Dan Kanemitsu, ha risposto alle critiche su Twitter con una lunga risposta:

"Anche se non sono in grado di andare nello specifico rispetto alla decisione presa nella scena che hai descritto, in tutte la mia traduzioni di qualsiasi titolo ho fatto del mio meglio per essere fedele al materiale originale di partenza" ha scritto su Twitter Kanemitsu.

"Il potere della narrazione a volte dipende dalla capacità del pubblico di stabilire relazioni emotive con i personaggi, nonché di riconoscere l'intimità tra le persone basata su inferenze nella comunicazione" ha continuato.

"Per i personaggi, una cosa è confessare il loro amore", ha aggiunto Kanemitsu . "È piuttosto un'altra cosa per il pubblico dedurre il loro rapporto: quanto sono legati i personaggi? Quali possibili malintesi potrebbero essere messi in discussione? Lasciare spazio all'interpretazione rende le cose eccitanti".

Voi cosa ne pensate?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
6