Nonostante la cancellazione di Super Sons, Tomasi non ha finito con Superboy e Robin

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo l’annuncio dell’imminente chiusura di Super Sons e della cancellazione di molte altre testate DC Comics, lo scrittore Peter J. Tomasi ha ringraziato i fan per i loro accorati messaggi di auguri, rivelando di non aver ancora finito di scrivere Robin e Superboy.

Attraverso alcuni post su Twitter, il fumettista ha infatti dato speranza ai fan circa il prossimo futuro, spiegando che la cancellazione della testata non è stata determinata dalle vendite scarse.

Wow! L’amore e la tristezza per la cancellata serie di Super Sons mi sta facendo impazzire! Quindi, prima che passi troppo tempo, lasciate che sia proprio io il primo a dirvi che non ho ancora finito coi nostri giovani preferiti, e che buone notizie arriveranno molto presto! Fratelli e sorelle, continuate a pensare positivo! [La serie] non è stata cancellata per via di vendite basse. Ci sono progetti in ballo di cui non posso accennarvi nulla al momento, ma vi assicuro che ne rimarrete soddisfatti. Super Sons vive!

Lanciata nel mese di febbraio 2017, la serie si chiuderà il prossimo maggio dopo 16 numeri e un solo annuale. Sempre a maggio, poi, lo scrittore Tomasi cederà le redini dell’Uomo d’Acciaio a Brian Michael Bendis, il quale assumerà non solo il timone di Superman, ma anche di Action Comics.

Come avete reagito dinanzi a questa improvvisa ondata di cancellazioni da parte di DC Comics?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1