ONE PIECE 1055: una ritirata tattica e un segreto sommerso

ONE PIECE 1055: una ritirata tattica e un segreto sommerso
di

Mentre in Giappone viene pubblicato il volume 103 di ONE PIECE con il Gear Fifth in bella vista, nelle uscite settimanali ci troviamo alle prese con una nuova fase di battaglia. Dopo una brevissima pausa, dove tutto sembrava andare per il meglio, le cose sono completamente cambiate a Wano a causa dell'arrivo dell'ammiraglio Ryokugyu.

Questo continua a usare il suo Frutto del Diavolo anche in ONE PIECE 1055, in cui è presente la lotta contro i Foderi Rossi e il giovane Momonosuke. L'ammiraglio riesce a creare dei rampicanti che bloccano il giovane drago, che però chiede a Yamato di non intervenire. Infatti è necessario che lui e i samurai si occupino da soli del loro nemico, così da dimostrare di poter difendere Wano da soli. Gli attacchi di Raizou, Denjiro e gli altri non funzionano, con questi che finiscono invece intrappolati.

Altrove, Sukiyaki e Robin vengono raggiunti da Law, che li segue nelle profondità di Wano. Sembra infatti che l'isola in realtà fosse molto più grande, ma la costruzione delle mura ha provocato un allagamento tale da costringere i cittadini a costruire la città sul monte Fuji. E qui in profondità c'è l'anelato Road Poneglyph utile per raggiungere il One Piece.

Si ritorna poi all'esterno della Capitale dei Fiori, dove Momonosuke usa con successo un Boro Breath, facendo preoccupare Ryokugyu. Ma l'ammiraglio si ritira sul serio quando avverte l'Haki di Shanks rombare dai confini dell'isola. Mentre il marine scappa, Rufy osserva la scena felice e ricorda questa presenza familiare.

Quanto è interessante?
2