ONE PIECE, 3 Frutti del Diavolo che potrebbero contrastare l'Ambizione

ONE PIECE, 3 Frutti del Diavolo che potrebbero contrastare l'Ambizione
di

Eiichiro Oda ha ideato un doppio sistema di bilanciamento della potenza in ONE PIECE introducendo prima i frutti del diavolo, i quali conferiscono capacità differenti e strutturate in tre categorie, e successivamente approfondendo l’Ambizione, anch’essa divisa in tre tipologie, e molto meno diffusa rispetto ai frutti.

Nonostante il pensiero comune dei lettori e degli appassionati della serie ponga l’Haki in una posizione superiore ai poteri derivanti dai frutti del diavolo come capacità utile in combattimento, esistono dei frutti in grado di respingere, proteggere, o addirittura annichilire gli effetti dell’Ambizione. Vediamone tre tra tutti quelli incontrati nel corso del viaggio dei Mugiwara.

Iniziamo dal frutto di tipo Rogia Dark Dark, posseduto dall’Imperatore Barbanera. Potendo controllare l’oscurità e annullare le abilità degli altri utilizzatori di poteri dei frutti, l’Imperatore ha mostrato svariate volte di poter facilmente respingere l’Ambizione avversaria, anche se molto sviluppata, come quando ha fronteggiato Marco dei Pirati di Barbabianca e Law.

Passiamo al frutto di tipo Paramisha Barri Barri, usato da Bartolomeo al quale consente di generare una barriera estremamente resistente ovunque voglia e di qualsiasi forma. Nella saga di Dressrosa Bartolomeo è stato in grado di fermare un devastante attacco da parte del grande Elizabello. La capacità difensiva del frutto è confermata anche dal fatto che Semimaru, suo precedente possessore, riuscì a fermare un fendente del leggendario samurai di Wano Kozuki Oden, dotato di un’immensa Ambizione.

Concludiamo con il frutto di tipo Paramisha Mero Mero, mangiato da Boa Hancock, imperatrice di Amazon Lily e capitana delle Piratesse Kuja. Tramite i suoi poteri, Boa può letteralmente trasformare in pietra chiunque, e quindi annichilire tutte le sue abilità, tra cui anche l’Ambizione, a meno che non sia lei stessa a decidere di annullare il processo di pietrificazione.

Ovviamente, per quanto concerne questa classifica, è necessario ragionare per vie ipotetiche: come spiegato per alcuni casi, tutto dipende dal grado di controllo dell'Ambizione da parte del suo utilizzatore.

Prima di salutarci, ecco la vera ispirazione dietro il Gear Second, e vi lasciamo alla verità sul rapporto tra Shansk e Buggy.

FONTE: GAMERANT

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi