ONE PIECE 972: il destino dell'uomo "nato per bollire" e il ritorno al presente

ONE PIECE 972: il destino dell'uomo 'nato per bollire' e il ritorno al presente
di

Le gesta di un eroe sono una "storia da raccontare davanti al sake", ed è così che Kozuki Oden vuole essere ricordato dal popolo che ha disperatamente tentato di salvare. Con l'emozionante capitolo 972 di ONE PIECE cala finalmente il sipario sul lungo flashback del WanoKuni.

L'esecuzione di Oden è ormai decisa, e il legittimo erede del Paese di Wa è ancora immerso in una pentola d'olio bollente la cui temperatura cresce ogni secondo. Shinobu ha rivelato la verità su Kozuki, permettendo al popolo di apprendere come stiano per perdere la loro unica speranza mentre vengono circondati dai soldati nemici. A questo punto, dopo aver perdonato i suoi amati abitanti, Oden prende la parola e rivela la volontà di aprire il Paese chiuso anni prima dalla propria famiglia per proteggere il Wanokuni da una minaccia esterna.

Aggiunge, inoltre, che il mondo intero è in attesa dell'arrivo di un salvatore, e quando questo eroe approderà sul Wanokuni tutti i suoi abitanti dovranno fare di tutto per aiutarlo e realizzare dunque il suo sogno di aprire il Paese. Superata la condanna dell'olio bollente, Orochi decide comunque di eliminare la minaccia al proprio potere per fucilazione. A questo punto, Oden scaraventa in aria i propri compagni samurai, ormai consapevole del proprio amaro destino, dicendo loro che devono necessariamente vivere per il futuro del Paese. Ed è con un enigmatico sorriso che la leggenda lascia questo mondo per mano di Kaido.

Tramite una lettera lasciata da Kozuki, Toki scopre che tra vent'anni scoppierà una guerra che metterà il mondo a ferro e fuoco e coloro che giungeranno sul Nuovo Mondo saranno gli unici a poter sconfiggere Kaido. Dopodiché, invita l'amico a utilizzare il proprio potere qualora dovesse morire per garantire un futuro al Wanokuni.

Ed è così che cala il sipario sulla storia del leggendario Pirata, con la storia che torna al presente.

Quanto è interessante?
3