ONE PIECE: caratteristiche e storia del Frutto Gom Gom, il potere del protagonista Rufy

ONE PIECE: caratteristiche e storia del Frutto Gom Gom, il potere del protagonista Rufy
di

I Frutti del Diavolo sono uno dei capisaldi del mondo di ONE PIECE insieme ad altre tecniche come l'Haki. Uno di questi frutti l'ha mangiato il protagonista Monkey D. Rufy proprio nel primo capitolo della storia, ottenendo dei poteri straordinari e che gli hanno permesso di cominciare la sua carriera piratesca.

Questo frutto sembra avere comunque dei segreti, andiamo alla scoperta della storia del Frutto Gom Gom e delle sue caratteristiche. Così come gli altri Frutti del Diavolo, il Gom Gom si è generato alla morte di chi l'ha divorato in precedenza, mentre la sua prima origine resta ancora sconosciuta.

Dopo essersi rigenerato, il Frutto Gom Gom era finito nelle mani del Governo Mondiale che lo stava trasportando a bordo di una propria nave, ma un gruppo di pirati lo assaltò l'anno prima dell'inizio della storia di ONE PIECE, quando Rufy aveva solo 6 anni. Non è chiaro se i pirati che assaltarono il convoglio fossero i Pirati del Rosso, ma il frutto arrivò comunque nelle loro mani in seguito a una razzia. Arrivato al villaggio Foosha sempre in quel periodo, Shanks e la sua ciurma portarono con loro il Frutto del Diavolo che rimase al sicuro per un anno, finché Rufy non lo mangiò.

Il protagonista ottenne quindi il potere del Frutto Gom Gom, ovvero un corpo elastico capace di reggere all'elettricità e alla pressione e in grado di allungarsi notevolmente. Grazie a tutte queste caratteristiche, Rufy fu in grado di potenziare le sue tecniche inventando i Gear.

Quanto è interessante?
5