ONE PIECE: tutte le cose che Eiichiro Oda non aveva previsto nella sua storia

ONE PIECE: tutte le cose che Eiichiro Oda non aveva previsto nella sua storia
di

Una storia con cadenza settimanale si sviluppa piano piano. Anche se gli autori hanno in mente un piano più o meno dettagliato per proseguire, i personaggi poi seguono il loro percorso e talvolta ribaltano le carte in tavola, obbligando a prendere più tempo e ad aggiungere tante altre cose. Ed Eiichiro Oda di ONE PIECE lo sa bene.

È noto che il mangaka del manga dei record di Weekly Shonen Jump abbia inserito personaggi ed eventi che inizialmente non erano pianificati in ONE PIECE, obbligandolo ad allungare enormemente la storia nel corso del tempo. Quali sono quei dettagli di ONE PIECE che Oda non aveva previsto all'inizio? Ecco un elenco che raccoglie alcune dichiarazioni:

  • Inizialmente, Vivi non era una principessa;
  • Shanks non doveva apparire durante la guerra di Marineford;
  • Non pensava di rendere Roger il padre di Ace;
  • Rob Lucci non era previsto come villain;
  • Non era previsto che la montagna di Drum fosse a forma di albero di ciliegio;
  • Doflamingo e Corazon che erano parenti;
  • L'apparizione degli Shichibukai nel manga, dato che inizialmente ONE PIECE doveva raccontare soltanto la storia di Rufy contro i Quattro Imperatori;
  • Le Supernove che sopravvivevano nel Nuovo Mondo, il mangaka era convinto che la metà di loro sarebbe morta subito;
  • Law che diventa un personaggio importante. Secondo Oda, invece, Kidd doveva essere molto importante fin da subito;
  • L'editor di ONE PIECE fu contro la morte di Ace a Marineford;
  • Oda introdusse Kuma Bartholomew sapendo che sarebbe stato lui a separare i pirati di cappello di paglia, un giorno.

Quella degli Shichibukai è sicuramente la più nota, mentre altri piccoli dettagli avrebbero cambiato per sempre la storia di ONE PIECE. Ora però è arrivato il momento per Rufy di affrontare Kaido e gli altri Yonko.

Quanto è interessante?
7