ONE PIECE: Eiichiro Oda e l'arcobaleno circolare, le spiegazioni del maestro

ONE PIECE: Eiichiro Oda e l'arcobaleno circolare, le spiegazioni del maestro
di

In ONE PIECE Eiichiro Oda ha dato sfoggio alla sua creatività conisole nel cielo, città costruite su più livelli inondate da cascate, prendendosi libertà nel riproporre creature delle mitologie. Spesso, però, il sensei ha anche mostrato interesse verso eventi atmosferici particolari, come l'arcobaleno circolare di cui un fan ha chiesto spiegazioni.

La rubrica SBS, inserita in ogni volume del manga, rappresenta uno dei modi più divertenti di comunicare con l’autore, e chiedere informazioni o dettagli per approfondire determinati avvenimenti, spesso anche secondari, ma comunque interessanti. Una delle ultime richieste riguardava proprio l’arcobaleno circolare apparso nel volume 50, precisamente nel capitolo 490.

Un lettore ha spiegato di averne visto uno nel cortile della sua scuola, e ha chiesto a Oda stesso come fosse possibile un fenomeno del genere. Nella risposta, che trovate in calce, il mangaka si sorprende di quanto visto dal fan, in quanto si tratta di uno degli eventi più rari che è possibile vedere sulla Terra.

In realtà, però, tutti gli arcobaleni sono circolari, e per possa essere un po’ complicato da capire, Oda spiega come si formano gli arcobaleni e perché è possibile vederli solo in determinate circostanze. Come spiega il maestro, metà del cerchio formato dagli arcobaleni si trova al di sotto dell’orizzonte, a differenza di quello disegnato nel capitolo 490. Oda finisce il messaggio con una nota leggera e scherzosa, con la quale invita i lettori ad attenersi allo “stupido manga ONE PIECE” e non trasformare le SBS in un libro di scienze.

Diteci cosa ne pensate nella sezione commenti. In conclusione, ricordiamo che nell’anime sta per debuttare il grande drago rosa, e vi lasciamo ad un bel cosplay di Nami affezionata ai suoi Berry.

Quanto è interessante?
2