ONE PIECE: Eiichiro Oda si è ispirato a luoghi realmente esistiti, ecco quali

ONE PIECE: Eiichiro Oda si è ispirato a luoghi realmente esistiti, ecco quali
di

Anche Eiichiro Oda sembra aver preso spunto da luoghi realmente esistenti per delineare l'immaginario di ONE PIECE. L'intera opera, infatti, ha spostato l'ambientazione nei luoghi più disparati e differenti tra loro, ma cerchiamo di capire meglio a quali località il sensei sembra essersi ispirato.

Il territorio del Wano Kuni è soltanto una delle meravigliose ambientazioni a cui Oda ci ha abituati. In ognuna delle località in cui i protagonisti hanno messe piede c'è stato qualcosa di magico nell'ambientazione. Alabasta, ad esempio, sembra essersi ispirato all'architettura islamica, basti pensare alla Cupola della Roccia a Gerusalemme fortemente simile al Palazzo di Alubarna. Altre somiglianze, ma che comunque potete ammirare nel complesso in calce alla notizia, qui seguono:

  • Water 7 alla città di Venezia, con i suoi splendidi canali e sovrastrutture;
  • Il cuore di Amazon Lily ricorda invece i templi dell'Antica Cina;
  • Mary Geoise, la Capitale del Governo Mondiale, si rifà all'architettura rinascimentale francese, basti pensare al Castello di Chambord;
  • La discarica a nord del Bosco di Mezzo, il Grey Terminal, alle Montagne Fumose di Manila;
  • Punk Hazard all'Islanda, la Terra del Ghiaccio e del Fuoco;
  • La meravigliosa Dressrosa al modernismo Catalano, come l'enorme giardino di Parco Güell, ma ma anche all'architettura romana del Colosseo;
  • La terra del WanoKuni al Giappone feudale, in particolare al castello di Himeji.

E voi, invece, cosa ne pensate di queste curiosità, le conoscevate? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
4