ONE PIECE, un fan cinese compie un crimine perché "voleva sentirsi come Ace"

ONE PIECE, un fan cinese compie un crimine perché 'voleva sentirsi come Ace'
di

Più un'opera è grande, più i fan tendono a esagerare. Purtroppo, la popolarità di ONE PIECE nasconde a volte lati negativi, poiché vengono colti fin troppo malamente dalla community i messaggi che seguono le vicende dell'opera. Infatti, l'ultimo spiacevole siparietto arriva direttamente dalla Cina.

Mentre iniziano a trapelare i primi spoiler sul capitolo 952 di ONE PIECE, nel frattempo una spiacevole notizia rimbalza sul web. Stando alle informazioni rinvenute, infatti, un fan dell'omonima opera e grande appassionato di Ace, avrebbe imitato in un gesto criminale su un luogo pubblico il suo amato personaggio, costringendo le forze dell'ordine ad arrestare il soggetto. La notizia è esplosa a seguito delle dichiarazioni rilasciate dal giovane cinese, in cui avrebbe riferito alle autorità il movente della sua azione. Infatti, avrebbe compiuto il crimine solo perché "voleva sentirsi come Ace", una giustificazione risultata assurda, ma credibile dato il costume cosplay in indosso in quel momento.

Ci teniamo a ricordare che atteggiamenti simili sono punibili con il carcere, dunque rischiare di compiere misfatti in luoghi pubblici può risultare estremamente dannoso. Questi momenti, purtroppo, lasciano un alone negativo all'opera del sensei, un messaggio totalmente sbagliato e recepito nel peggiore dei modi.

Nel frattempo, intanto, nell'adattamento animato dell'omonima opera Rufy e Zoro si sono finalmente reincontrati. Come avete reagito alla loro riunione dopo anni di assenza?

Quanto è interessante?
3