ONE PIECE: il fenomeno Kozuki Oden mostra ciò di cui è capace

ONE PIECE: il fenomeno Kozuki Oden mostra ciò di cui è capace
di

ONE PIECE questa settimana è in pausa, pertanto i lettori possono prendere un respiro e rileggersi i capitoli del manga degli scorsi mesi. La minuziosità con cui Eiichiro Oda tratta la sua creatura obbliga gli appassionati più attenti a dare importanza anche ai più minimi dettagli. Stavolta possono provare a predire la storia di Kozuki Oden.

C'è tanto mistero che aleggia intorno a Wanokuni e ai suoi shogun, in particolare intorno alla figura di Oden Kozuki. Prima di Orochi, era lui a governare sulle floride terre dei samurai. E ONE PIECE ha deciso, con i capitoli 960 e 961, di mostrarci chi era sul serio.

Dopo la pessima presentazione fatta, con i vari crimini elencati davanti al padre Sukiyaki Kozuki, Oden è stato coinvolto nel disastro del Dio della Montagna: un cinghiale gigantesco che è sceso dai monti di Wanokuni per devastare la Capitale dei Fiori per recuperare il piccolo di cinghiale che alcuni samurai avevano rapito.

Oden capisce subito la situazione e non perde tempo nell'incaricarsi di risanare subito la situazione. Dopo aver preso il cinghialotto dalle mani di Kin'emon, si reca davanti alla bestia gigante e la sprona ad attaccarlo. Il risultato va tutto a favore di Oden: grazie al suo iconico stile a due spade, il futuro shogun uccide la bestia e libera tutto ciò che era stato divorato.

L'evento tuttavia provocherà nuovo caos intorno alla figura di Oden. Infatti, il ragazzo sarà tacciato di aver causato il disastro e sarà esiliato dall'isola. Per Oden non è un problema, ma ciò ha contribuito ad alimentare la sua popolarità sia positivamente che negativamente e a trovarsi due fidi alleati come Kin'emon e Denjiro. Cosa svelerà ancora ONE PIECE su questa misteriosa figura?

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
4