ONE PIECE: una frase del nuovo alleato fa capire il vero problema di Wanokuni

ONE PIECE: una frase del nuovo alleato fa capire il vero problema di Wanokuni
di

ONE PIECE prosegue col racconto della saga di Wanokuni, una fase fondamentale come annunciato da Eiichiro Oda e che vede lo scontro tra Monkey D. Rufy e l'imperatore Kaido delle Cento Bestie. Una battaglia eccezionale che porterà direttamente alle storie conclusive del manga, ma intanto c'è la questione dell'isola dei samurai da risolvere.

Nel capitolo 982 di ONE PIECE, Eiichiro Oda ha deciso di gettare nella mischia un personaggio molto potente e che i fan non vedevano l'ora di rivedere dopo anni di sparizione: Marco la Fenice. Dopo aver gettato la nave di Big Mom dalla cascata di Wanokuni, come aveva fatto King qualche giorno prima, l'ex comandante di Barbabianca si unisce a Nekomamushi e Izo per il suo viaggio verso Onigashima.

Marco aveva già intenzione di unirsi a Rufy, come aveva specificato nel suo messaggio, anche se la presenza di Barbabruna era un deterrente. Tuttavia, la fenice è riuscita ad arrivare in tempo per la battaglia. Una frase di Marco però fa molto riflettere sullo stato di Wanokuni e sul suo isolazionismo. Nonostante siano stati compagni per diversi anni, Marco non è mai venuto a sapere della morte di Oden né dello stato di Wanokuni proprio a causa del completo taglio con le relazioni esterne dei samurai e dello shogun.

Dopo 20 anni, forse soltanto con il messaggio di Nekomamushi Marco è venuto a sapere della vera situazione in cui versa l'isola. Questo rende ancora più impellente il realizzare il sogno di Oden Kozuki, riuscirà Rufy ad aiutare Momonosuke a renderlo realtà?

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
3