ONE PIECE: in Giappone arrivano nuove statue dedicate alla ciurma di Rufy

ONE PIECE: in Giappone arrivano nuove statue dedicate alla ciurma di Rufy
di

Lo scorso anno, il creatore di ONE PIECE, Eiichiro Oda, aveva donato 800 milioni di yen, ovvero poco meno di 6,5 milioni di euro, alla sua prefettura di nascita Kumamoto. La cifra che il famoso e ricco mangaka ha donato era dovuta a un terremoto che ha distrutto molti degli edifici della zona. Dopo l'annuncio di giugno, ci sono state novità.

La prima statua è stata dedicata al protagonista di ONE PIECE, Monkey D. Rufy, e fu già posta durante il mese di novembre davanti il palazzo di governo della prefettura di Kumamoto. Nei mesi scorsi, la prefettura ha deciso di inserire in altri luoghi nuove statue per commemorare l'autore Eiichiro Oda e il suo prezioso contributo alla ricostruzione della zona dopo il terremoto del 2016.

Quest'anno arriveranno quattro nuove statue, mentre l'anno prossimo le ultime quattro, di cui sono state anche rivelate le posizioni. I luoghi scelti sono stati la città di Mashiki e il villaggio di Minamiaso, con la prima ad essere stata una delle vittime principali del terremoto, con oltre 60% delle case distrutte o comunque fortemente inagibili. Le scelte sono state le seguenti:

  • Zoro verrà posizionato Ozu, nell'Otsu Central Park;
  • Nami al villaggio Nishihara;
  • Usopp nei pressi della stazione di Aso;
  • Sanji a Mashiki, nelle vicinanze del Minateras Center;
  • Chopper davanti allo zoo e giardino botanico di Kumamoto;
  • Nico Robin al villaggio Minamiaso vicino l'università Tokai;
  • Franky verrà posizionato a Takemori, vicino la stazione ferroviaria;
  • infine, Brook al Friendship Square di Kinokura.

Lo scopo dell'amministrazione è usare anche queste statue di ONE PIECE per creare più turismo nelle altre zone e creare una sorta di percorso che consenta ai fan di ammirare le bellezze di tutta la prefettura. Chissà se i piani cambieranno se dovesse arrivare un decimo membro nella ciurma di Rufy.

Quanto è interessante?
3