One Piece: Oda ha rivelato un dettaglio importante sui poteri di Sanji

One Piece: Oda ha rivelato un dettaglio importante sui poteri di Sanji
di

Ci sono personaggi in One Piece che hanno perfezionato sia l'Haki che i poteri del Frutto; chi si serve di strumenti contundenti per esercitare il proprio dominio sull'altro, e c'è chi, come Sanji, che gode di un potenziale perlopiù singolare. E proprio Oda ha rivelato un dettaglio che promette di gettare luce sull'entità del potere del pirata.

Come abbiamo visto nell'articolo in cui ripercorriamo come funziona in One Piece il potere dell'amore di Sanji, sappiamo quanto le emozioni, e in particolare la capacità del Mugiwara di sovvertire gli effetti della soppressione emozionale a cui il padre Judge lo aveva sottoposto sin dal concepimento, giochino un ruolo centrale nell'attivare i Fattori Genetici Ereditari del pirata. Il cuoco, infatti, grazie all'assunzione da parte della madre Sora di quel farmaco che gli ha permesso di contrastare la desensibilizzazione generata dagli esperimenti paterni, non solo ha sviluppato, a differenza dei fratelli, uno spettro emotivo, ma ha fondato il suo cammino - di pirata, di membro della ciurma, e soprattutto di (gentil)uomo - proprio a partire da quella “anomalia emozionale” che tanto lo separava dal resto della famiglia Vinsmoke. Ed è a questa sua capacità innata di amare, e di provare affetto per il prossimo, che Eiichiro Oda ha legato tutto il campionario di mosse – e quindi di abilità – del Mugiwara.

Ciò che permette a Sanji nel capitolo 1107 di neutralizzare con un solo calcio l'attacco fotonico di Kizaru, lo troviamo proprio nella battuta con cui il pirata accompagna l'azione: qui la frase con cui il mangaka sottolinea la mossa del Mugiwara, ovvero “il potere dell'amore è più forte della luce”, non è solo una giustificazione narrativa della sequenza illustrata, né tanto meno un mero escamotage ludico con cui creare un effetto ironico-drammatico attorno al personaggio: si tratta in realtà della verbalizzazione stessa del potere di Sanji, il quale invigorisce il proprio corpo nel momento in cui entrano in gioco le sue emozioni. Come se le fiamme che circondano i suoi calci ardenti provenissero proprio dal fuoco della sua passione.

Se il capitolo 1107 lo ha reso evidente, la spiegazione dietro questo fenomeno era stata offerta da Oda già in tempi pregressi, in riferimento non al pirata, ma a Garp. Come spiegato dal mangaka nelle appendici del volume 62 di One Piece, ciò che aveva permesso al nonno di Rufy di ferire il nipote senza l'utilizzo di Haki o di attacchi di natura energetica o di segno differente, era proprio il “potere dell'amore”, su cui il cuoco ha poi costruito il proprio campionario di mosse. Questo sentimento, il più potente dello spettro emozionale dell'essere umano, appare agli occhi di Oda come uno strumento democratico, di cui tutti possono servirsi, a patto che riescano a provare per l'altro un sentimento intrinsecamente profondo e sincero. Ma nel caso di Sanji, cioè di un uomo che ha dovuto respingere sin dall'infanzia gli effetti delle sperimentazioni corporee volute dal padre, i Fattori Genetici Ereditari vengono manipolati – e quindi attivati – proprio a partire dalla “messa a fuoco” delle emozioni che gli bruciano l'animo.

Ed ogni qualvolta un suo compagno, soprattutto se di genere femminile, si trova in pericolo, ecco che il pirata, travolto dalle emozioni, traduce l'amore in attacchi dal potenziale metafisico, che trascendono le leggi terrene, proprio perché nascono dalla natura irrazionale – ed ardente – delle passioni. Di cui i suoi calci fiammeggianti sono il testamento assoluto e lapalissiano.

FONTE: gamerant

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi