ONE PIECE: perché Rufy è bianco e non nero? La scelta cromatica negli ultimi capitoli

ONE PIECE: perché Rufy è bianco e non nero? La scelta cromatica negli ultimi capitoli
di

Con tanti anni di disegno, Eiichiro Oda ha ormai fissato il character design di Rufy. Al netto di qualche variazione per consentire al protagonista di ONE PIECE di calarsi meglio nell'ambiente dell'isola, viene immaginato sempre con il suo cappello di paglia, capelli neri, giacca rossa a maniche lunghe, un pantaloncino blu, cinta gialla e sandali.

Un design praticamente fisso che cambia soltanto raramente - come accade al character design di Rufy in ONE PIECE: RED - eppure con gli ultimi stravolgimenti degli scorsi capitoli, Eiichiro Oda ha apportato una modifica importante al suo protagonista. Con l'attivazione del Gear Fifth, Rufy cambia colore. O meglio, non solo lui, ma tutto ciò che indossa cambia radicalmente.

Come fa notare Yamato, Rufy diventa completamente bianco e lo stesso succede ai suoi abiti. Perché Oda ha scelto di rendere Rufy bianco durante il Gear Fifth? La scelta può essere ricondotta alla necessità di contrapporre nettamente Rufy a Barbanera, anche in ambito cromatico. Marshall D. Teach già dal suo soprannome ha il "nero" nel nome, in più ha l'oscurità che è nera, ciò creerebbe quindi un contrasto netto tra bianco e nero nella battaglia finale di ONE PIECE.

Non va però sottovalutata anche la possibilità che Eiichiro Oda abbia voluto enfatizzare una trasformazione in stile manga, con il protagonista completamente bianco come accade ai personaggi disegnati su carta. Dato che i fumetti devono far divertire, l'autore vorrebbe sottolineare questo legame e la necessità delle risate facendo trasformare il suo protagonista rendendolo una caricatura fumettistica vivente.

Voi cosa pensate della trasformazione di Rufy in ONE PIECE? Vi è piaciuta la scelta di renderlo completamente bianco?

Quanto è interessante?
5