ONE PIECE, la taglia corrisponde alla vera forza di un pirata? La spiegazione di Oda

ONE PIECE, la taglia corrisponde alla vera forza di un pirata? La spiegazione di Oda
di

Eiichiro Oda, il creatore di ONE PIECE, ha costruito un sistema per aiutare i lettori a comprendere la forza di un pirata, ovvero quello delle taglie. Ogni pirata è un ricercato della Marina che ha messo a disposizione grosse fonti di denaro per stimolare i cacciatori ad aiutarli in questa guerra tra differenti ideali di giustizia.

L'autore si è sicuramente ispirato alle vere taglie dei pirati, basti pensare alla somiglianza con il reale manifesto da ricercato di Barbanera. Tuttavia, proseguendo nella storia anche Oda ha dovuto fare i conti con le falle del sistema da lui creato che non sempre rispecchia la realtà dei fatti. Tuttavia, in occasione di un SBS, l'angolo di botta e risposta tra il sensei e i fan, il papà di ONE PIECE ha chiarito se le taglie dei pirati vengono o meno influenzate dal capitano della ciurma a cui appartengono:

"Oh sì, vengono influenzate assolutamente. Dopo la saga di Dressrosa i gladiatori e i Mugiwara sono aumentati di 50 milioni di Berry come regola generale, solo che il capitano spesso riceve un rialzo maggiore rispetto ai singoli componenti della sua ciurma. Quindi, in breve, è difficile misurare la forzadi una persona dal valore della sua testa."

E voi, invece, cosa ne pensate del sistema delle taglie, ha ancor senso al giorno d'oggi? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
6