One-Punch Man 157: anche i giganti tremano di fronte a Saitama

One-Punch Man 157: anche i giganti tremano di fronte a Saitama
di

Il ritorno di Garou è stato segnato dall'inizio di una tripla battaglia in One-Punch Man che però ha avuto esiti nefasti per i due avversari del mostruoso umano. Il risveglio di due creature che raggiungono un livello quasi divino però non ha messo in una buona situazione i pochi eroi rimasti sani. Ma l'arrivo di Saitama ha ribaltato la situazione.

Mentre il grande centipede e la mostruosa acqua malefica oceanica fanno la loro apparizione in One-Punch Man 156, Garou e Saitama si mettono all'opera. Garou, che ormai ha acquisito completamente la propria coscienza, pur essendo ancora rivestito dalla sua armatura nera, ha visto che l'elicottero dei soccorsi si sta allontanando. Decide così di tenere impegnato il centipede e di sconfiggerlo da solo, ma il mostro si accorge dell'obiettivo del suo avversario. Lo minaccia così con il contributo di acqua malefica oceanica che va però incontro a un problema piuttosto importante.

Saitama scatena tutta la sua forza con una raffica di pugni seri provocando uno scostamento delle acque che uccide il mostro marino, finendo poi per cavalcare le gigantesche onde con una portaerei usata a mo' di tavola da surf. A terra, Garou ora è libero di combattere ma nei pressi arriva anche Metal Bat. Mentre i due iniziano a battibeccare, il centipede gigante cerca di approfittarne ma per lui non c'è speranza: mostro ed eroe iniziano ad attaccarlo e se ne sbarazzano, concludendo One-Punch Man 157.

Quanto è interessante?
3