One-Punch Man 168: una battaglia spaziale tra Garou e Saitama

One-Punch Man 168: una battaglia spaziale tra Garou e Saitama
di

Garou si è completamente trasformato da quando Dio si è insediato in lui, rendendolo un essere mistico, con una potenza immane e che poteva davvero diventare la mostruosità incarnata. Saitama non è riuscito a intervenire in tempo, e così l'eroe pelato di One-Punch Man non ha potuto fare altro che assistere alla distruzione di Genos.

La scena si è spostata nello spazio, su Titano, con Garou e Saitama alle prese con uno scontro spaziale, proseguito anche in One-Punch Man 168. I due stanno continuando a combattere, dandosi pugni a vicenda. Nonostante Garou stia usando le stesse tecniche di Saitama, il protagonista progredisce troppo velocemente e con uno starnuto riesce a distruggere il satellite e anche a svelare il nucleo di Giove, spazzando via i gas del pianeta. I due contendenti finiscono proiettati nello spazio, con Garou che riesce a teletrasportarsi sulla Terra, ma Saitama lo raggiunge subito grazie a un peto come propulsore.

Con un pugno, Saitama mette al tappeto il nemico, che inizia a cambiare completamente atteggiamento dopo aver visto un'allucinazione di Tareo a terra. Sfruttando le sue nuove tecniche, prima che Dio reclami il suo potere, riesce a spedire Saitama nel passato, a prima della distruzione di Genos. Con un pugno, Saitama atterra il Garou del presente e poi si unisce al se stesso che era da quelle parti.

Ora che Saitama è tornato nel passato, anche Genos è vivo e i due si riuniscono nelle ultime pagine di One-Punch Man 168.

Quanto è interessante?
2