One-Punch Man: a Saitama è mai importato del destino di quel suo amico?

One-Punch Man: a Saitama è mai importato del destino di quel suo amico?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In One-Punch Man, Saitama è noto per essere piuttosto impassibile in qualsiasi situazione. Di conseguenza, molti fan credono che l'eroe da un solo pugno sia indifferente a qualsiasi stimolo, anche quando si tratta di perdere un caro amico. Ma è davvero così? Come ha reagito il protagonista alla morte di QUEL personaggio?

Nel capitolo 166, il più sanguinario di One Punch Man, durante l'arco narrativo dell'Associazione Esseri Misteriosi, Genos è morto per mano di Garou. Subito dopo che il villain aveva acquisito energia cosmica, stava per scatenare i suoi poteri contro Blast, ma l'intervento del cyborg in guerra gli è stato fatale. Il piano dell'antagonista è successivamente diventato quello di scatenare le emozioni di Saitama, affinché l'eroe potesse lottare con tutte le proprie forze.

Ma come ha reagito Saitama alla morte del suo caro amico? A quanto pare, anche un eroe impassibile ed indifferente come lui prova delle emozioni. Il protagonista si è preoccupato notevolmente per Genos, ha avuto un'impennata di emozioni quando Garou ha strappato il nucleo del cyborg, dimostrando di importarsi della vita del suo allievo.

Saitama desiderava combattere contro qualcuno di forte da molto tempo, tuttavia, quando finalmente si è ritrovato contro qualcuno di forte, non ne è stato entusiasta. Durante il combattimento con quest'ultimo, l'eroe calvo ha ricevuto una crescita esponenziale dei propri poteri, riuscendo a contrastare gli attacchi del villain con estrema facilità. Inoltre, durante la lotta, si è assicurato di non lasciar in alcun modo cadere il nucleo di Genos, combattendo esclusivamente con la mano destra: molto probabilmente, sperava di poter in qualche modo resuscitare il suo amico.

È in quel momento che Garou comprende che non avrebbe potuto fare nulla contro Saitama, motivo per cui decide di spedirlo nel passato, affinché potesse salvare Genos dal suo destino nefasto. In One Punch Man Saitama non ha ricordi del combattimento contro Garou, ma il cyborg, che ha indirettamente assistito alla lotta attraverso il suo nucleo, sa bene dei sacrifici fatti dal suo caro amico per salvarlo.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi