Le origini della Kamehameha: nascita e significato della mossa di Dragon Ball

Le origini della Kamehameha: nascita e significato della mossa di Dragon Ball
di

Di mosse e tecniche ce ne sono tante in Dragon Ball. Il manga e il susseguente anime di Akira Toriyama ci ha accompagnato per anni con colpi energetici fortissimi, lotte di pugni e calci, attacchi volanti e quant'altro. Ma nessuno riesce a incarnare perfettamente il brand come la Kamehameha, conosciuta in Italia come Onda Energetica.

La Kamehameha è la prima vera tecnica di combattimento presentata in Dragon Ball. Il Maestro Muten la presentò al Monte Padella per spegnere le fiamme del castello dello Stregone del Toro, padre di Chichi. Come nasce però la Kamehameha?

La tecnica doveva riuscire a far vedere il Ki ad occhio nudo. Toriyama provò vari modi per riuscirci e alla fine creò la posa della Kamehameha. Il nome invece è stato un'idea della moglie del mangaka che si ispirò a una dinastia regnante delle Hawaii del 1800. Kamehameha è il nome di uno di questi re e, curiosamente, ha anche un significato in giapponese se opportunamente diviso in sillabe.

Il nome Kamehameha, in giapponese scritto come かめはめ波, può essere scomposto come segue:

  • かめ "kame" è la lettura di 亀 ovvero "tartaruga". Non a caso, questo è il kanji che si vede anche sulle prime divise di Goku e Crilin e che simboleggia appunto la scuola della tartaruga.
  • はめ "hame" è parte della lettura di 破滅 ovvero "distruzione, rovina".
  • Infine il kanji 波 "ha" significa "onda".

Unendo le tre parti della parola, si ottiene quindi "onda distruttrice della tartaruga". Questa mossa di Dragon Ball ha preso piede anche nel mondo reale, con tutti che provano a fare la Kamehameha.

Quanto è interessante?
4