Otakon, la fiera dedicata agli anime rischia la chiusura, ecco perché

Otakon, la fiera dedicata agli anime rischia la chiusura, ecco perché
di

Nel corso del 2020 il mondo degli anime è stato notevolmente condizionato dalla pandemia. Tra gli eventi amati dai fan che sono stata più penalizzati vi sono le convention, tra cui l'Otakon che purtroppo potrebbe venire chiuso definitivamente. Entriamo più nel dettaglio.

Otakon è il nome di un convegno statunitense che si tiene ogni anno a Washington D.C., la capitale della repubblica federale. Nacque nel 1994 come fiera dedicata agli anime ed alla cultura orientale e per lungo tempo è stata allestita nella città di Baltimore in Maryland. Negli anni l'Otakon è stato teatro di numerosi eventi con doppiatori ed altri volti noti dagli appassionati nonché luogo di ritrovo per svariati cosplayer.

Purtroppo l'edizione del 2020 dovette essere annullata a causa della pandemia di COVID-19 ed attualmente si stanno decidendo le sorti della convention nei prossimi anni. L'allestimento è infatti sempre stato possibile grazie ai ricavi dell'anno precedente ed essendo ancora molti i problemi legati alla tragedia che ha colpito il mondo e che tutt'ora non è stata ancora debellata, non è chiaro se l'associazione che gestisce l'Otakon riuscirà ad aprire nuovamente la fiera al pubblico.

Nonostante sia iniziata la produzione dei primi vaccini, come può testimoniare il più anziano doppiatore di Digimon, la situazione e ancora molto delicata e le parole del presidente dell'Otakon, Brooke Zerrlaut, hanno confermato che la decisione di procedere con la pianificazione dell'edizione del 2021 verrà presa nei prossimi mesi e che purtroppo, a causa della mancanza di introiti e del numero notevolmente inferiore di prenotazioni attualmente effettuate, è possibile che il convegno possa chiudere i battenti per sempre.

Infine per chi fosse interessato riporto un disegno di Hayao Miyazaki, fondatore dello Studio Ghibli, nella speranza che il virus venga presto debellato.

Quanto è interessante?
1