Le parole di Armin in L'Attacco dei Giganti 137: ecco come ha salvato la situazione

Le parole di Armin in L'Attacco dei Giganti 137: ecco come ha salvato la situazione
di

Con la fine oramai prossima de L'Attacco dei Giganti, tutti i protagonisti si sono riuniti in un unico punto, per decidere in che direzione deve andare l'umanità. Chi vincerà qui plasmerà il futuro del mondo creato da Hajime Isayama.

E molto dipende da Armin Arlet. Il ragazzo era stato catturato da Ymir che aveva usato un gigante bestia con le fattezze di un okapi, e si era ritrovato insieme a Zeke Jaeger nel mondo dedicato agli eldiani alla fine del capitolo 136 de L'Attacco dei Giganti. Il duo inizia una discussione su ciò che era doveroso fare in quel momento, con Armin deciso a salvare i suoi amici mentre Zeke sembrava aver ormai perso la speranza.

Con un atteggiamento quasi nichilista, Zeke si soffermava semplicemente sul modo in cui la vita prosperava e sul perché non valesse comunque la pena continuare a combattere. Armin invece si concentra, nel capitolo 137 de L'Attacco dei Giganti, sui piccoli momenti che danno felicità e li mostra a Zeke, anche con l'ausilio di una palla da baseball che ricorda all'uomo barbuto Xaver, la persona che reputava come un padre.

Grazie a ciò, si scatenano nuovi sentimenti in Zeke che chiede l'aiuto di alcuni dei vecchi possessori dei giganti che conosciamo, permettendo quindi di salvare Armin nel mondo reale e a Levi di uccidere Zeke. E ora non resta altro che vedere cosa accadrà nel capitolo 138 de L'Attacco dei Giganti.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
1