Perché Berserk si legge da sinistra? Alla scoperta dell'edizione italiana

Perché Berserk si legge da sinistra? Alla scoperta dell'edizione italiana
di

Purtroppo non sempre un capolavoro riceve un'adeguata edizione curata nei minimi particolari. Esemplare, in tal senso, è il caso di Berserk che in Italia ha ricevuto una sfortunata edizione cartacea che ha compromesso anche la migliore ricezione possibile del capolavoro di Kentaro Miura.

Nella giornata di ieri vi abbiamo parlato delle varie edizioni in Italia di Berserk, dalla Collection Edition alla Serie Nera. Tuttavia, ad eccezione della Maximum Edition, difficilmente rintracciabile, il lavoro di Panini Comics è stato tutt'altro che encomiabile. Ad ogni modo, per quale motivo la versione nostrana del manga si legge da sinistra verso destra come un normale fumetto americano?

Per capire ciò dobbiamo tornare al 1996, quando Panini rilasciò nel mese di agosto la prima edizione del manga in albi, ovvero lunghi circa la metà dei tankobon in Giappone. All'epoca i fumetti nipponici non erano così popolari e per questo l'editore si convinse a pubblicare il manga secondo una simmetria assiale, come se le tavole venissero lette davanti ad uno specchio. In questo modo divenne possibile leggere Berserk da sinistra verso destra, agevolando così i lettori abituati al fumetto tipicamente occidentale. Tuttavia, specchiando le pagine, si alterarono alcune caratteristiche fisiche dei personaggi, su tutte quelle di Gatsu, il protagonista, che nel manga originale perde il braccio sinistro e l'occhio destro mentre nella versione italiana, invece, rispettivamente l'arto destro e l'occhio sinistro. Uno strafalcione che si ritrova persino nella struttura dei volumi dal momento che il titolo di uno dei capitoli è stato pure riadatto per questioni di coerenza.

In parole povere, non esiste alcuna edizione degna di essere chiamata tale di Berserk, senza contare le difficoltà di reperimento dei vari volumi, e attualmente Planet Manga non si è ancora sbilanciata a riguardo. E voi, invece, cosa ne pensate delle edizioni nostrana del capolavoro di Miura? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
5