Pokémon: la 23° pellicola ha riciclato un'idea della prima stagione animata?

Pokémon: la 23° pellicola ha riciclato un'idea della prima stagione animata?
di

La trama della prossima pellicola Pokémon è palesemente tratta da uno dei primissimi episodi dell'anime. Il franchise non è nuovo alla questione riciclaggio, ma questa volta gli autori di Pokémon: I Segreti della Giungla potrebbero aver esagerato.

Intitolato Pokémon: I Segreti della Giungla, il ventitreesimo lungometraggio del franchise arriverà in Italia nel corso del 2021. La trama della pellicola si incentrerà su Koko, un bambino cresciuto nella natura selvaggia da Zardue, uno dei mostriciattoli inediti di Pokémon Spada & Scudo. I più attenti avranno già notato che questo plot sa di già visto; un evento simile, infatti, si è già visto durante la primissima stagione dell'anime.

L'episodio 34 dell'anime, "Il ragazzo della giungla, il piccolo Kangaskhan", vede Ash, Brock e Misty entrare accidentalmente nella Zona Safari, ritrovandosi ad assistere la Ranger Jenny nell'impedire che una mandria di Kangaskhan venga braccata dal Team Rocket.

Mentre il trio cerca di fermare i criminali, un giovane ragazzo sbuca dalla foresta proteggendo i Kangaskhan con un boomerang. A quanto pare, questo ragazzo, Tommy, è stato allevato nella foresta dai mostriciattoli di proprietà Nintendo; una sorta di Tarzan in versione Pokémon.

Esattamente come Tommy è stato cresciuto dai Kangaskhan, anche Koko è stato allevato da un Pokémon, questa volta uno Zarude. Ma è qui che le somiglianze tra i due finiscono. Mentre il branco visto nella serie animata è pacifico, la 23° pellicola vedrà i due protagonisti affrontare numerose ostilità.

Inoltre, al termine dell'episodio dell'anime, Tommy si ricongiunge ai suoi genitori, i quali decidono di vivere anch'essi tra i Kangaskhan. Koko, al contrario, verrà introdotto nella civiltà umana da Ash. Nonostante le apparenti somiglianze, dunque, le due trame sono ben diverse. Presto arriverà "Shining Fates", la nuova espansione del celebre GCC Pokèmon. La città giapponese di Ojiya ha omaggiato uno dei Pokémon più deboli.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
1