Pokémon Esplorazioni, come si collega alle precedenti serie anime?

Pokémon Esplorazioni, come si collega alle precedenti serie anime?
di

Ormai da svariate generazioni, a ogni cambio di regione Ash Ketchum abbandona tutti i suoi pokémon per avventurarsi con soltanto Pikachu al suo fianco alla scoperta di nuovi luoghi e creature da catturare. In sostanza, ad ogni cambio della serie animata, Pokémon effettua una sorta di soft reboot.

Il cambio avviene sia con la regione che con i pokémon e compagni. L'età di Ash sempre fissa a 10 anni ne è un esempio. Ma vale lo stesso per l'anime di Pokémon: Esplorazioni? Si può anche in questo caso parlare di una sorta di soft reboot della serie?

Come per ogni anime di Pokémon, anche in Esplorazioni stanno facendo il loro ritorno alcuni personaggi. Anche se brevemente, abbiamo rivisto Lucinda e anche altri personaggi che avevano fatto il loro debutto con la scorsa serie dedicata alla regione di Alola. Ciò naturalmente non è abbastanza per differenziare Pokémon: Esplorazioni dal solito cambio avvenuto tra una stagione e l'altra in passato.

Ciò che cambia però è il modo in cui è stato affrontato il nuovo viaggio di Ash. Innanzitutto il protagonista ha potuto fregiarsi davvero del titolo di campione di Alola, portando con sé la coppa che è stata resa visibile nell'anime e confermando quindi di essere alle prese con un sequel diretto. In più, stavolta Ash non ha iniziato a viaggiare direttamente nella nuova regione, Galar, bensì ha passato gran parte del suo tempo nelle regioni già visitate come Kanto, Johto, Hoenn e tutte le altre.

Pokémon: Esplorazioni quindi ha voluto ricollegarsi molto alle serie passate. È quindi un soft reboot molto più leggero di quanto avvenuto in passato. È possibile vedere i primi 48 episodi di Pokémon: Esplorazioni su Netflix.

Quanto è interessante?
1