Pokémon e il finale originale: Pikachu doveva essere al centro di una trama dark

Pokémon e il finale originale: Pikachu doveva essere al centro di una trama dark
di

Chi non hai mai pensato alla condizione dei Pokémon, le creaturine che vivono in armonia e pace nella natura per poi essere catturati da allenatori senza scrupoli che li lanciano in battaglie estreme? Sicuramente l'anime che va in onda da anni non ha mai spinto su questo tema, mostrando creature tascabili ben felici di combattere.

Ma in origine i piani per l'anime di Pokémon erano ben diversi. Sta riemergendo in questi giorni in rete un'intervista a Takeshi Shudo, noto creatore dell'anime di Pokémon, che sta rivelando sempre più dettagli dark sulla genesi di alcune storie. Ash Ketchum doveva morire nel film mentre il finale della prima serie animata vedeva nientedimeno che una rivolta pokémon capeggiata da Pikachu.

"Avrei voluto usare questa storia che ho pianificato per l'episodio finale dell'anime. I pokémon avrebbero concretizzato una ribellione simile a quella di Spartaco nell'antica Roma. Anche se a primo acchito i pokémon sembrano amichevoli con gli umani, avrebbero capito prima o poi che venivano usati come schiavi e avrebbero innescato una rivolta. Pikachu sarebbe diventato il leader della rivolta e avrebbe combattuto con Ash. Il Team Rocket, in possesso di pokémon sinistri (incluso Meowth, che può tradurre la lingua pokémon in quella umana) avrebbe provato a mediare nel conflitto, ma il loro pessimo lavoro di traduzione avrebbe reso le cose peggiori".

Shudo però specifica anche questo avrebbe portato "all'impossibilità di continuare l'anime di Pokémon". e perciò avrebbe cozzato con l'obiettivo di continuare in eterno la serie lasciando i classici canoni. Vi piacerebbe una svolta così dark per Pokémon? Shudo ha inoltre affermato che ha scritto Pokémon grazie all'alcol.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
1