Punisher come Spider-Man: l'abbandono del vecchio simbolo nella cover di Parlov

Punisher come Spider-Man: l'abbandono del vecchio simbolo nella cover di Parlov
di

In seguito a tutte le controversie emerse riguardo il simbolo che sin dalla sua prima apparizione ha accompagnato Frank Castle, conosciuto come The Punisher, il colosso Marvel Comics ha deciso di rinnovare il design dell'antieroe avviando anche una nuova testata, il cui debutto è stato fissato per marzo 2022.

Ad occuparsi della nuova serie, intitolata semplicemente Punisher, saranno il celebre sceneggiatore Jason Aaron, e diversi artisti tra cui Jesus Saiz e Paul Azaceta. Suddivisa in 13 volumi, la storia ripercorrerà il passato di Castle, costruendo le basi per le prossime avventure anche in altre testate parallele. Considerato però la decisione presa riguardo il logo, Marvel ha rivelato in anteprima la variant cover del primo volume, realizzata da Goran Parlov.

L’illustrazione in questione, che trovate in calce, mostra Castle sullo sfondo, mentre si allontana e inquadrato nell’occhio mancante del simbolo del teschio. Allo stesso tempo molti lettori e appassionati hanno visto in questa cover il tentativo di ricreare la scena in cui Peter Parker volge le spalle al suo costume da Spider-Man, in una delle copertine più iconiche della storia dei comics, quella di The Amazing Spider-Man #50, la stessa testata in cui debutterà proprio la figura del Punitore, in The Amazing Spider-Man #129.

Una cover dal molteplice significato, che volge uno sguardo al passato, alle origini di Frank Castle, e che punta verso una rinascita della serie e un’evoluzione del protagonista, come specificato dallo stesso Aaron.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2
Punisher come Spider-Man: l'abbandono del vecchio simbolo nella cover di Parlov