Tutti i punti in sospeso di The Promised Neverland 2: cosa resta da spiegare

Tutti i punti in sospeso di The Promised Neverland 2: cosa resta da spiegare
di

Come spiegato dalla nostra recensione di The Promised Neverland 2, l'anime è stato un disastro. Sul fronte tecnico ci sono gravi mancanze, ma quello che ha lasciato più perplessi è stato il modo in cui sono stati affrontati storia e personaggi. In particolare la prima ha dei buchi davvero molto grossi.

L'episodio finale di The Promised Neverland 2 non riesce a rispondere a tutte queste domande. Con una presentazione di immagini finale che ben poco riesce a chiarire, CloverWorks aggiunge anzi altra carne al fuoco che avrebbe necessitato di spiegazione. Facciamo un sunto di ciò che andava chiarito durante l'anime traendo spiegazione da ciò che è stato spiegato nel manga. Pertanto, se volete lanciarvi nella lettura della storia di Kaiu Shirai e Demizu Posuka evitate di leggere dal prossimo paragrafo.

Il Tifari, menzionato nella prima stagione di The Promised Neverland, è completamente scomparso. Questa è una cerimonia dove i demoni concedono alla loro divinità il raccolto più prelibato. La cerimonia si tiene davanti ai demoni aristocratici ed è un momento di grande rilievo per la società.

Il demone divino è un altro elemento che non è stato affrontato nel corso di The Promised Neverland 2. Menzionato più volte col nome "lui" durante gli episodi della prima stagione, è praticamente scomparso durante questa fase per apparire soltanto due volte nell'episodio 11 della seconda stagione, una volta all'inizio e una volta alla fine. Questo è il demone in grado di permettere le promesse tra umani e demoni e l'accesso al suo luogo può essere ottenuto solo da pochi. Un elemento fondamentale è il medaglione che Mujika dona a Emma nel terzo episodio di The Promised Neverland 2, altro oggetto che non aveva ottenuto approfondimenti.

Rimane invece in sospeso la questione della medicina per Norman e gli altri ragazzi di Lambda. Infatti, le informazioni ottenute da Vilk spiegano solo come produrre il medicinale, ma è difficile che a Grace Field fosse possibile produrlo. Pertanto, se nel mondo umano Vincent ha potuto salvarsi senza problemi, è inspiegabile come Norman, Barbara, Cislo e Zazie siano riusciti a sopravvivere al viaggio nel mondo demoniaco per tutto quel tempo senza farmaci. Nel manga, gli eventi si svolgono in tutt'altro modo e pertanto questo è un buco narrativo dell'anime che rimarrà senza spiegazione.

Sonju, Mujika e gli altri prendono parte a una battaglia contro l'aristocrazia che sfruttando il sangue maledetto aveva tenuto per sé il potere degli allevamenti di bambini, in modo tale da tenere sotto controllo la plebe. Inizia così una battaglia contro di loro dove Sonju riporta anche in vita il suo ex maestro, capo di un ordine monastico che impedisce ai demoni di mangiare carne degli allevamenti. Sonju, inoltre, è il fratello minore della regina e di un altro demone che non è mai apparso nell'anime ma che ha avuto un ruolo fondamentale nel manga di The Promised Neverland.

Dopo la battaglia, Mujika viene incoronata nuova regina del mondo e permetterà ai demoni di usare il suo sangue per evitare di regredire, portando così al termine la dipendenza da carne umana. Emma a questo punto stipulerà una nuova promessa col dio demone, separando definitivamente il mondo degli umani da quello dei demoni e portando tutti i bambini nel nuovo mondo.

I fan di The Promised Neverland 2 sono quindi arrabbiati per come è stata sfruttata la seconda stagione, cosa che sta facendo calare i voti dell'anime in ogni sito di review del settore.

Quanto è interessante?
1