Ranma 1/2: Rumiko Takahashi rivela la genesi del popolare manga

Ranma 1/2: Rumiko Takahashi rivela la genesi del popolare manga
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Tutti conoscono Rumiko Takahashi, la leggendaria mangaka attiva ormai da decenni e che ha portato ai lettori serie storiche. Da Lamù a Rinne, da Maison Ikkoku al recente MAO che debutterà in Italia, Takahashi si è concentrata su storie dal genere sempre diverso ma familiare. Uno dei più importanti lavori pubblicati è sicuramente Ranma 1/2.

Ranma 1/2 fu pubblicato su Weekly Shonen Sunday, rivista per ragazzi della casa editrice Shogakukan, dal 5 agosto del 1987 al 21 febbraio del 1995. Un'opera quindi lunghissima, e infatti con 8 anni alle spalle furono pubblicati ben 407 capitoli raccolti in 38 volumi. Ma qual è stata la nascita di questa storia leggendaria che per anni ha affascinato generazioni di giapponesi e di italiani?

A narrarla è proprio Rumiko Takahashi in un'intervista rilasciata in occasione del festival di Angouleme per il quale ha preparato un poster proprio con Ranma. Subito dopo aver completato Lamù, Takahashi si concentrò sulla combinazione di un'ambientazione scolastica ma con arti marziali, seguendo la scia preparata da Haruki Yuzuki (mangaka di "Così fan tutte" del 1982 pubblicato anche in Italia da Star Comics) che aveva scritto uno scenario del genere in un capitolo autoconclusivo qualche anno prima.

Mentre si concentrava sui personaggi, la Takahashi ha rivelato che quella di Ranma 1/2 è "una storia che ho sempre voluto disegnare". Il risultato è una serie storica, come dimostrato dalla longevità, e che è rimasta stabilmente nell'immaginario collettivo di anime e manga.

FONTE: Otaquest
Quanto è interessante?
4