Il regista Imaishi discute delle somiglianze di Promare e Gurren Lagann

Il regista Imaishi discute delle somiglianze di Promare e Gurren Lagann
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In molti avranno notato come Galo, protagonista del nuovo lungometraggio dello studio Trigger Promare, sia molto somigliante al protagonista di un altro dei lavori del suddetto studio, Kamina di Gurren Lagann. Il regista di Promare, Hiroyuki Imaishi, in un'intervista su Anime! Anime! rivela i motivi di questa strana somiglianza tra i personaggi.

Secondo il regista di Promare, la somiglianza tra Galo e Kamina è da ricercarsi unicamente in una "coincidenza accidentale". "Quando ho disegnato il protagonista per le bozze, finiva sempre per avere quel tipo di capelli. Gurren Lagann aveva lo stesso problema. Ho dato poi i disegni al character designer, che ha poi lavorato per suo conto così che il design fosse adatto per l'anime".

Anche lo sceneggiatore sia di Promare che di Gurren Lagann, Kazuki Nakashima, ha dato il suo contributo. Promare è incentrato sugli incendi, il che significa che c'è spesso del vento che soffia verso l'alto. Quando arriva uno di questi getti d'aria, è naturale che anche i capelli dei personaggi si sollevino. "Ecco perché Galo è diverso da Kamina" ha affermato Nakashima. "I suoi capelli sono dovuti al lavoro".

Imaishi ha poi rivelato che è la prima volta che sente una frase del genere, al che lo sceneggiatore ha risposto "Era una bugia, l'ho inventata in questo momento". Nell'intervista, Imaishi e Nakashima hanno anche rivelato che la trama di Promare ha subito tanti cambiamenti prima di raggiungere questa forma definitiva. La prima idea era stata quella di fare un "musical con gli zombi" interpretando Les Miserables, romanzo di Victor Hugo. Tuttavia, quell'idea fu cestinata in fretta per lasciare spazio al tema degli incendi e dei pompieri.

Si è passato poi a decidere se il protagonista dovesse essere un semplice civile o un membro di una squadra di vigili del fuoco, i Burnish. La preproduzione di Promare, come rivelato dai due intervistati, era partita già nel lontano 2014, subito dopo la conclusione di Kill la Kill, altro anime dello Studio Trigger. Il duo ha impiegato ben tre anni per dare una forma alle loro idee, e Imaishi ha affermato che la preproduzione è stata "uno dei periodi più travagliati che abbia mai dovuto affrontare".

Quanto è interessante?
4