Sailor Moon: il ruolo perduto della migliore amica di Bunny

Sailor Moon: il ruolo perduto della migliore amica di Bunny
di

Uno degli shojo di maggior successo negli anni Novanta è stato Sailor Moon. L'opera, scritta e disegnata da Naoko Takeuchi, in Italia ha conquistato persino il pubblico maschile, nonostante alcune incongruenze. Una delle protagoniste, infatti, è stata completamente dimenticata nel corso della serie.

In Sailor Moon, Naru Osaka (Nina nell'adattamento italiano) viene presentata come la migliore amica di Usagi Tsukino (Bunny), ma le sue apparizioni sono più uniche che rare. Specialmente nel manga, la ragazza viene a malapena presentata e dopo che la protagonista fa la conoscenza delle altre Sailor viene completamente dimenticata. Nina è stata trattata come un oggetto usa e getta; un ruolo non proprio ideale per quella che doveva essere la migliore amica della protagonista.

Naru viene introdotta nel primissimo episodio dell'anime e viene presentata come una ragazza sensibile e responsabile, in quanto rimprovera la sua amica per essere sempre in ritardo o per pranzare nei corridoi della scuola. Proprio in queste fasi iniziali, il ruolo di Naru perde completamente d'importanza.

Nella serie animata, invece, la ragazza appare più spesso, essendo il bersaglio preferito di diversi cattivi. Nella prima stagione, Naru si innamora di uno degli antagonisti, Nephrite. Ma questa storia d'amore ha avuto vita breve, in quanto Nephrite si è sacrificato cercando di proteggerla da alcuni mostri.

In sostanza, Naru è una delle protagoniste più bistrattate del franchise, nonostante il suo forte legame con Bunny. La sua propensione a essere un bersaglio per i cattivi avrebbe potuto spingere la serie nel darle un ruolo di maggior rilievo, ad esempio facendola diventare una Sailor. Tuttavia, per tutto il corso dell'opera Naru è all'oscuro su Sailor Moon e tutte le altre. L'8 gennaio arriverà il film sequel di Sailor Moon. Per allietare l'attesa, sono stati rivelati dettagli, poster e trailer di Sailor Moon Eternal.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
5