Saint Seiya: ecco perché l'Armatura del Sagittario accorre in difesa di Pegasus

Saint Seiya: ecco perché l'Armatura del Sagittario accorre in difesa di Pegasus
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'ambientazione di Saint Seiya: I Cavalieri dello Zodiaco è una delle più affascinanti al mondo, una serie che ha preso in prestito la mitologia greca per delineare i contorni dell'immaginario di un'opera oggi iconica della cultura nipponica. Il sensei ha sfruttato il folklore popolare all'interno di alcune scelte narrative.

La geniale idea dietro le Leggendarie Armature ha contribuito a rendere Saint Seiya uno dei titoli più importanti non solo di una cultura, quella nipponica, bensì anche del panorama occidentale. Sono numerosi, infatti, gli appassionati cresciuti grazie alle avventure dei Cavalieri di Bronzo che, ancora oggi, ispirano nuove serie televisive come l'ultima produzione a tema realizzata da Netflix.

In molti non sanno, tuttavia, che Kurumada sfruttò in molte occasioni la mitologia greca come deus ex machina per tirare i suoi protagonisti fuori da guai. Più volte, infatti, Pegasus venne aiutato dall'Armtura del Sagittario, apparsa improvvisamente come una sorta di power-up. La costellazione del Sagittario rappresenta un Centauro con un arco in mano che, secondo diverse varianti del mito, scaglia le sue frecce per salvare l'umanità come sinonimo di speranza. Ed è proprio per questo che la sua figura rappresenta anche il Cavaliere della Speranza che accorre in aiuto di Pegasus nel momento di estremo bisogno.

E voi, invece, conoscevate questo particolare aneddoto legato alla mitologia greca? Fatecelo sapere, come di consueto, con un commento nell'apposito riquadro qua sotto.

Quanto è interessante?
3