Le SBS di ONE PIECE hanno ampliato la differenza tra SMILE e Frutto del Diavolo?

Le SBS di ONE PIECE hanno ampliato la differenza tra SMILE e Frutto del Diavolo?
di

L'esistenza dei Frutti del Diavolo è una realtà affermata del mondo di ONE PIECE. Questi apparirono fin dal primo episodio quando un giovane e ingenuo Monkey D. Rufy mise i denti sul frutto ottenuto dalla ciurma di Shanks il Rosso. Il morso però fu amaro perché, oltre a privare della capacità di galleggiare in acqua, il frutto aveva un saporaccio.

Ad anni di distanza, in ONE PIECE sono stati introdotti gli SMILE: frutti artificiali creati con le conoscenze di Caesar Clown e con l'avallare di Kaido. L'imperatore ha sfruttato questo potere per rendere la sua ciurma più potente e senza preoccuparsi degli effetti collaterali che questo cibo portava.

Finora, nel manga di ONE PIECE, è stato visto che in pochi riescono a ottenerne veramente il potere, mentre gli altri diventano dei semplici scarti incapace di esprimere le proprie emozioni se non con la risata. Ma un fan ha chiesto a Eiichiro Oda di confermare ciò che aveva notato in una sessione di domande e risposte nell'SBS del tankobon 95 dell'opera.

Nel flashback del capitolo 943, incluso in ONE PIECE volume 94, le persone della città di Okobore stanno mangiando gli SMILE, ritenendoli addirittura deliziosi. Ciò cozza con la risaputa bruttura del gusto dei Frutti del Diavolo originali, ma l'autore risponde appunto che questa è una differenza sostanziale e che gli SMILE conservano l'ottimo sapore del frutto originale.

Sempre nelle SBS, Oda ha svelato una particolarità su un nuovo personaggio di ONE PIECE che sta viaggiando con Usopp a Wanokuni.

Quanto è interessante?
2