Shinichiro Watanabe spiega il ruolo di Star Wars nella creazione di Cowboy Bebop

Shinichiro Watanabe spiega il ruolo di Star Wars nella creazione di Cowboy Bebop
di

In una recente intervista il maestro Shinichiro Watanabe ha chiarito alcuni dettagli sul ruolo svolto dalla saga di Star Wars nella creazione della sua serie più celebre, Cowboy Bebop. Il regista ha poi approfondito anche le relazioni tra lui e lo Studio Bones per quanto riguarda il progetto.

Dopo una pausa che deve essere sembrata troppo lunga a tutti gli appassionati, il maestro Shinichiro Watanabe è pronto a tornare con una nuova opera, e questo ha inevitabilmente portato i riflettori nuovamente sul suo lavoro passato, con un nome che finisce spesso per essere privilegiato rispetto agli altri. Parliamo ovviamente di Cowboy Bebop, la serie dallo stile unico che lo ha reso famoso grazie alla colonna sonora superlativa e alle atmosfere inconfondibili e difficilmente riscontrabili in altri progetti dello stesso genere.

Ebbene, nelle scorse ore lo stesso Shinichiro Watanabe ha avuto occasione di tornare a parlare della suddetta opera, soffermandosi in particolare su un aspetto che molti si sono ritrovati a soppesare nel corso del tempo, e cioè l'influenza di Star Wars sulla lavorazione di Cowboy Bebop. Nel corso dell'intervista rilasciata a Otaquest, il regista ci spiega in che senso la saga di George Lucas è stata importante:

"C'era questo incredibile fermento per le strade riguardo il revival di Star Wars [la seconda trilogia, quella che narra le vicende antecedenti alla prima], qualcosa che aveva eccitato davvero un gran numero di persone. La cosa ha catturato l'interesse della divisione giocattoli della Bandai, che si mise in testa di produrre qualcosa che avesse delle navi spaziali come centro della narrazione; pensarono che sia la serie che il merchandise associato avrebbero senza dubbio venduto bene. Fu per questo che il mio progetto "Bebop" venne accettato."

L'influenza sarebbe quindi, come si capisce, meramente contestuale: servì cioè esclusivamente ad aiutare Watanabe nella proposta del progetto, visto che in quel momento andava molto di moda l'ambientazione spaziale. Nessun apporto stilistico o contenutistico, e del resto ogni fan saprà che le due serie hanno davvero poco in comune.

Shinichiro Watanabe continua poi parlando del rapporto con Studio Bones:

"Masashiko Minami, che è ora il presidente di Studio Bones, lo conosceva già allora da molto tempo. Mi avvicinò chiedendomi se avevo qualche buona idea per un nuovo progetto, e dopo due o tre giorni di dibattito, qualcosa che avevo ideato in un'ora o poco più venne a galla, il progetto Bebop. Di solito, le cose che assembli in poco tempo sono quelle che finiscono per diventare qualcosa di grosso, e non quelle su cui fatichi ad elaborare qualcosa per mesi."

Si tratta sicuramente di dettagli interessanti per i fan di Cowboy Bebop, che gettano una luce diversa sul lavoro di uno dei creativi più acclamati dell'intera industria.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2