Shueisha chiude gli uffici: un editor è risultato positivo al Covid-19

Shueisha chiude gli uffici: un editor è risultato positivo al Covid-19
di

L'editore Shuiesha, nel suo piccolo, ha contribuito ad allietare il peso della quarantena continuando a lavorare e a rilasciare gratuitamente i numeri di Weekly Shonen Jump. Tuttavia, a nemmeno poche ore dalla dichiarazione dello stato di emergenza in Giappone, il colosso nipponico ha annunciato la chiusura di tutti gli uffici.

Come diramato dal governo a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza in Giappone, anche gli uffici che fanno parte di Shueisha sono costretti a chiudere. La notizia era trapelata già dall'interno da alcuni editor, ma il gigante dell'editoria non si è fatto mancare un comunicato per chiarire la situazione, anche in merito a un presunto contagio avvenuto direttamente nella sede della compagnia. Il comunicato stampa in questione, dunque, recita quanto segue:

"Il 6 aprile, un nostro impiegato (un editor sulla quarantina), è risultato positivo al nuovo Coronavirus. L'impiegato ha mostrato sintomi di febbre il 26 marzo. Ha consultato il proprio medico e ha iniziato a evitare di recarsi a lavoro. Il 3 aprile è stato sottoposta all'esame del PCR ed è stato diagnosticato come positivo nella notte del 6. In risposta a quanto accaduto, abbiamo preso delle contromisure cooperando con le organizzazioni amministrative:

  • Chiusura temporanea e disinfezione del piano dove ha lavorato la persona infettata;
  • Verifica dello storico del dipendente infetto per identificare eventuali contatti ravvicinati;
  • Osservazione completa e segnalazione della salute dei contatti interessati;

Abbiamo iniziato a lavorare da casa a livello aziendale già dal 6, mettendo come priorità la sicurezza delle parti interessate per prevenire ulteriori contagi. Prenderemo le misure adeguate al caso. Grazie per la comprensione."

Attualmente, la compagnia non ha chiarito se ci saranno ritardi nella pubblicazione dei periodici, ma alcuni titoli sono già stati interrotti sotto altre case editrici, come recentemente The Case Study of Vanitas. E voi, invece, cosa ne pensate di questa situazione, prevedete ritardi? Fatecelo sapere, come sempre, con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
3