La sigla di Haikyuu ha accompagnato la nazionale giapponese di pallavolo alle Olimpiadi

La sigla di Haikyuu ha accompagnato la nazionale giapponese di pallavolo alle Olimpiadi
di

I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 si stanno rivelando legati a doppio filo con la cultura pop giapponese. Nel corso della cerimonia d'apertura sono stati infatti suonati alcuni brani musicali tratti dalle saghe videoludiche più iconiche. Ma non solo, durante una partita di pallavolo è stato omaggiato Haikyuu, spokon più illustre degli ultimi anni.

La partita di pallavolo tra la nazionale maschile del Giappone e quella del Venezuela è subito saltata al centro dell'attenzione per un bizzarro avvenimento. Dopo che il sestetto giapponese ha siglato un punto, nell'aria è risuonato il brano "Imagination" di SPYAIR, canzone nota per essere la primissima sigla di apertura dell'anime Haikyuu.

L'opera creata da Haruichi Furudate è un vero e proprio punto di riferimento per il genere degli spokon ed è stata apprezzata pubblicamente anche da diversi atleti professionisti di pallavolo. Haikyuu, infatti, riesce non solo a emulare il gioco stesso, ma anche a trasmettere tutte le emozioni di una vera partita. Ciò, ha suscitato l'interesse di molti giovani lettori verso questo sport, un po' come fecero Capitan Tsubasa e Slam Dunk per calcio e basket.

L'opening di Haikyuu pare aver portato bene alla nazionale giapponese, che, con un risultato di 3-0, ha ottenuto la sua prima vittoria ai giochi Olimpici. L'anime completo di Haikyuu è disponibile alla visione su Amazon Prime Video. Ecco il commovente finale della quarta stagione di Haikyuu.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4