Sing "Yesterday" for Me è una gioia per gli occhi, l'autore: "Vi svelo il nostro segreto"

Sing 'Yesterday' for Me è una gioia per gli occhi, l'autore: 'Vi svelo il nostro segreto'
di

Sembrano passato poche settimane dal debutto di Sing Yesterday for Me, l'anime di Doga Kobo trasmesso dallo scorso 4 aprile ed ormai in dirittura d'arrivo. La serie è stata principalmente apprezzata per via dell'impressionante livello di cura nel comparto artistico e pochi istanti fa, il direttore del reparto ha parlato ai microfoni di Crunchyroll.

Nello specifico, il sito ha riportato la prima parte di un'intervista breve a Fujii Yuta e Usami Tetsuya, rispettivamente backgroud artist e direttore artistico dell'anime. Potete leggere la chiacchierata completa cliccando sul link reperibile in calce.

Inizialmente i due hanno parlato delle sfide incontrate durante la riproduzione di una Tokyo dei primi anni 2000, dichiarando: "La storia si sviluppa soprattutto vicino alla linea di Sategaya a ovest di Tokyo, tra il 2000 e il 2001. Per quanto riguarda le location ci siamo affidati a persone che hanno vissuto in quella zona della città, in modo da avere una linea guida da seguire per rendere l'ambientazione realistica. Il regista ci ha chiesto di dare un senso di "vecchio" a tutti gli oggetti, da semafori e led, passando per le insegne ecc. Inoltre abbiamo lavorato molto sugli interni degli edifici. Spesso il direttore chiedeva di espandere certe zone o di ricreare palazzi esistenti. Abbiamo cercato di fare in modo che il tutto desse un senso di realismo".

La particolarità dell'anime risiede però nel bilanciamento tra realismo e fantasia: "La prima bozza era praticamente una fotografia della città. Pensammo di essere andati un po' troppo oltre col realismo e non volevamo perdere il feeling del manga, quindi decidemmo di bilanciare le parti lavorando direttamente sugli storyboard. Cominciammo a dirci "Ok, magari è il caso di ritoccare questa scena, mentre qui dovremmo aggiungere più colore". Abbiamo semplicemente perseverato fino a quando non ci siamo ritenuti soddisfatti. Con Sing "Yesterday" for Me ci siamo davvero impegnati. Molti studi possono contare su 4 o 5 persone per il dipartimento artistico, mentre noi eravamo addirittura in 15. Poter contare su un gruppo così folto ha fatto la differenza".

E voi cosa ne pensate? State seguendo l'anime? Fatecelo sapere con un commento! Sempre rimanendo in campo artistico poi, vi consigliamo di dare un'occhiata ad Arte, lo splendido anime ambientato in Italia attualmente trasmesso sul canale YouTube di Yamato Video.

Quanto è interessante?
2