Studio Ghibli: un ex animatore ha risolto diversi misteri legati a La città incantata

Studio Ghibli: un ex animatore ha risolto diversi misteri legati a La città incantata
di

Le opere dello Studio Ghibli spesso nascondono diversi misteri, alcuni alquanto inquietanti. Dopo anni di totale silenzio, l'animatore Hiromasa Yonebayashi ne ha svelati diversi sul proprio profilo Twitter.

La pubblicazione di 400 immagini in HD dei più grandi capolavori dello Studio Ghibli ha portato a risvolti totalmente inaspettati. Uno degli animatori che ha lavorato al film La città incantata ha colto al balzo l'occasione per risolvere alcune questioni lasciate in sospeso.

Un ex dipendente dello Studio Ghibli, Hiromasa Yonebayashi, ha sfruttato le immagini per condividere su Twitter alcune informazioni privilegiate. "Ghibli dice che è giusto usarle liberamente, quindi per quanto riguarda i miei fotogrammi chiave vi parlerà di La città incantata. Era il mio primo lungometraggio e, sebbene fossi nervoso, ho fatto lunghe ricerche delle cose che disegnavo. Nella parte in cui Haku nutriva il dango, ho interagito con un cane di lunga taglia per osservarne i movimenti".

Questa rivelazione ha scatenato la reazione dell'utenza, portando il tweet a diventare virale. In seguito, Yonebayashi ha continuato navigando tra i ricordi. "Sulla storyboard era scritto che il cibo flaccido che il papà mangia è lo stomaco di un celacanto (un pesce)".

Lo strano piatto di cui si nutriva il padre della protagonista ha dato vita a speculazioni per quasi 20 anni. Alcune teorie sostenevano si trattasse di cibo da strada taiwanese, ma dopo tutto questo tempo finalmente abbiamo scoperto la verità.

"Forse non era scritto nello storyboard, forse era presente nel layout disegnato dal regista Miyazaki. Per inciso, il frame è stato ritoccato per essere circa tre volte più gelatinoso rispetto all'immagine originale". Le immagini pubblicate dallo Studio Ghibli hanno risolto un grande mistero per gli appassionati. Con altre immagini attese a breve, chissà cosa scopriremo in futuro. Nel mentre, godiamoci questa spettacolare scena di Nausicaa della Valle del Vento dello Studio Ghibli.

FONTE: soranews24
Quanto è interessante?
6