Studio Ghibli: la magia delle feste nelle illustrazioni dello Schiaccianoci di Miyazaki

Studio Ghibli: la magia delle feste nelle illustrazioni dello Schiaccianoci di Miyazaki
di

Lo Studio Ghibli ha preso spesso come ispirazione storie della letteratura occidentale, adattandone anche alcune in dei lungometraggi animati, come I Racconti di Terramare della scrittrice statunitense Ursula K. Le Guin, e di recente peò sono riemerse in rete le illustrazioni che Hayao Miyazaki ha dedicato al celebre racconto Lo Schiaccianoci.

Immediatamente i fan dello studio hanno cominciato a supporre che ci fosse una nuova pellicola in produzione, ma in realtà si tratta di alcuni dei disegni realizzati dal maestro Miyazaki appositamente, ed esclusivamente, per una speciale mostra organizzata all'interno del Ghibli Museum e unicamente dedicata alla storia scritta da E.T.A. Hoffmann.

Il racconto originale, chiamato Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi, riscosse un discreto successo al momento della pubblicazione, ma venne universalmente conosciuto grazie al balletto omonimo la cui musica è stata composta da Pyotr Ilyich Tchaikovsky, che ha ricevuto anche numerosi riadattamenti nel corso degli anni, fino al film Disney Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni.

La sera della vigilia di Natale, la protagonista Clara riceve come dono un particolare schiaccianoci, al quale si affeziona immediatamente. Improvvisamente, quella notte, lo Schiaccianoci prende vita e diventato di dimensioni umane, porta Clara a vivere avventure in un reame pervaso dalla magia. Creature che si trasformano, mondi fantasiosi e magici, sono temi che prenderebbero perfettamente forma in un film dello Studio Ghibli, e spiega il motivo della passione di Miyazaki per questa fiaba.

In calce alla notizia potete trovare alcune delle illustrazioni esposte, firmate sia da Hayao sia da Hiromasa Yonebayashi, regista di Arriety e Quando c'era Marnie. Ricordiamo che Princess Mononoke ha incontrato The Legend of Zelda in una fanart, e che tra i candidati del Tokyo Anime Award c'è anche Toshi Suzuki, co-fondatore dello Studio Ghibli.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2