Studio Ghibli, il ritorno di Miyazaki alla regia: "ne aveva bisogno per vivere".

Studio Ghibli, il ritorno di Miyazaki alla regia: 'ne aveva bisogno per vivere'.
di

Per uno come Hayao Miyazaki il mondo dell'animazione è qualcosa di così importante da essere persino difficile da spiegare anche per il figlio. Eppure, con il ritorno del maestro dietro la machina da presa, anche lo Studio Ghibi ha ripreso a lavorare a pieno regime dopo una lunga pausa.

Nonostante i suoi 80 anni di età, Hayao Miyazaki continua ad amare la sua professione come la prima volta al punto tale da tornare dal pensosamente più di una volta. Attualmente, il regista sta lavorando ad How Do You Live?, un film che vuole lasciare in eredità al nipote e chi gli sta richiedendo diversi anni di produzione. Ad ogni modo, da qualche tempo a questa parte lo Studio Ghibli ha ripreso a lavorare con Earwig e la Strega di Goro Miyazaki che, recentemente, si è concesso ad un'intervista per Slash Film in cui ha svelato il vero motivo per cui il padre è dovuto tornare dietro la scrivania.

"Dopo aver finito "Ronja, la figlia del brigante", una serie TV realizzata con uno studio esterno, sono tornato allo Studio Ghibli ma non c'era nessuno. Sembrava quasi una sorta di magazzino, ma vuoto. Lì per lì ho pensato: "Ok, quindi non farò più film". Inoltre, quando ho rivisto Toshio Suzuki, il nostro produttore, sembrava davvero felice tant'è che ha aggiunto: "Ora posso andare finalmente in pensione!"
Hayao Miyazaki, tuttavia, non è stato in grado di stare così lontano dal lavoro a lungo. Fondamentalmente, aveva bisogno di creare qualcosa per vivere. Così ha ripreso iniziando a girare un cortometraggio per il museo e, in seguito, ha iniziato a lavorare al suo nuovo lungometraggio. Ed è stato più o meno lo stesso periodo in cui ho iniziato a lavorare su Earwig. Ecco, e così tutti sono tornati.

La moglie di Hayao Miyazaki, che è mia madre, era solita dirgli: "Vorrei che tu andassi in pensione, te la prendessi comoda e ti godessi il resto della tua vita". Ma di recente, ha accettato il fatto che lui non può smettere di creare, quindi lo sa, e ormai la situazione in casa è del tipo "Ok, se preferisci creare fino alla fine della tua vita, allora vai in studio, vai in ufficio tutti i giorni".

E voi, invece, cosa ne pensate delle parole di Goro sulle necessità del padre di non poter smettere di lavorare? Diteci cosa ne pensate con un commento qua sotto.

FONTE: slash film
Quanto è interessante?
6