Studio Ghibli torna al cinema e vince il Covid, incassati 2,62 miliardi di yen in tre mesi

Studio Ghibli torna al cinema e vince il Covid, incassati 2,62 miliardi di yen in tre mesi
di

Poche ore fa, TOHO ha rivelato che Nausicaä della Valle del vento, La città incantata, Principessa Mononoke e I racconti di Terramare, i quattro film di Studio Ghibli proiettati nei cinema giapponesi dopo la riapertura post-Covid, hanno incassato l'impressionante cifra di 2,62 miliardi di yen (21 milioni di euro) dal 26 giugno a fine settembre.

Si tratta di una cifra colossale, con una media di 650 milioni di yen a pellicola, assolutamente inaspettata dato i film sono stati proiettati in meno di 400 cinema. Le pellicole, oltretutto, sono recentemente approdate su Netflix in tutto il mondo, altra ragione per cui il team di Hayao Miyazaki sembrava non aspettarsi un successo simile.

Per Studio Ghibli si tratta di un introito quasi completamente pulito, visto che il team ha dovuto sostenere costi minimi per la distribuzione dei film. Nessuna delle quattro pellicole è riuscita ad entrare nelle Top 5 dei film più visti nei mesi di luglio, agosto e settembre (dominate da Tenet, Doraemon e Violet Evergarden), anche se La città incantata ha brevemente conquistato il primo posto al botteghino nel primo weekend dopo il lancio.

Studio Ghibli pubblicherà un'ultima pellicola prima della fine dell'anno, intitolata Earwig e la strega. Il film sarà in 3DCG, diretto da Goro Miyazaki e prodotto da Toshio Suzuki. La data di uscita è fissata per il generico mese di dicembre.

Quanto è interessante?
2