Superman: la sorprendente reazione di Batman alla decisione di Clark Kent

Superman: la sorprendente reazione di Batman alla decisione di Clark Kent
di

Clark Kent ha finalmente dichiarato la sua identità da supereroe all'opinione pubblica, e nel primo numero di Superman: Heroes uno dei suoi amici più stretti - Batman - reagisce alla sua confessione in maniera piuttosto sorprendente.

A seguito del sensazionale annuncio mondiale, Superman decide di organizzare una riunione con gli altri eroi al fine di discutere le possibili conseguenze della sua sortita. La sua caparbietà potrebbe costare cara al resto dei suoi compagni, i quali - non godendo della sua straordinaria forza - costituirebbero delle prede decisamente più abbordabili per i villain.

A questo proposito, durante l'assemblea Aquaman racconta il rovescio della medaglia che lui stesso ha subito dopo il suo smascheramento. La vita di suo figlio, infatti, venne strappata dalla sete di vendetta di Black Mantha. Per quanto riguarda Batman, nel corso del dibattito rimane piuttosto silente, ma i suoi pensieri vengono a galla nel momento in cui ritorna alla Wayne Manor.

Bruce rivela di essere molto geloso del fatto che Clark, ora, può operare contro il crimine senza più nascondere la identità. Il suo umore è ancora scosso dagli eventi dell'ultimo arco narrativo "City of Bane", nel quale uno dei suoi più grandi amici e collaboratori di sempre ha perso la vita, Alfred. A questa perdita, si aggiungono anche quelle che non è riuscito a salvare mentre cercava di bloccare l'offensiva di Bane.

L'eroe vive un momento di transizione, deve riaffrontare una ferita assai dolente - la perdita di una persona cara - che difficilmente si rimarginerà presto, ma rispetto all'ultima volta può contare su una tempra fisica e mentale che gli permetterà di vincere questa battaglia interiore.

Avete letto il Superman di Brian Michael Bendis? All'interno del nostro articolo vi spieghiamo perché è uno dei migliori fumetti DC.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1
Superman: la sorprendente reazione di Batman alla decisione di Clark Kent