Sword Art Online Alicization: cosa sarebbe successo se Alice non si fosse ribellata?

Sword Art Online Alicization: cosa sarebbe successo se Alice non si fosse ribellata?
di

L'evoluzione del personaggio di Alice Zuberg nel corso degli eventi di Sword Art Online Alicization è stata impressionante, partendo come una giovane ragazza interessata alle arti sacre, per poi divenire una guerriera pronta a combattere in una guerra che ha coinvolto l'intera umanità, e finalmente riuscire ad entrare nel mondo reale.

Descritto così il destino di Alice sembra promettente, e la sua caparbietà e le sue capacità le saranno estremamente d'aiuto nel mondo reale, tuttavia, ma come molti di voi ricorderanno, la storia di Alice è stata segnata anche da momenti drammatici ed eventi a dir poco sfortunati.

Uno degli obiettivi primari dell'azienda Rath, durante la creazione dell'Underworld, era realizzare delle intelligenze artificiali in grado di pensare, adattarsi a diverse situazioni in base all'interazione diretta, e anche disobbedire ai comandi quando necessario, funzionalità necessarie per un modello di IA perfetta per il futuro del mondo reale. Per questo quando Alice ha violato il Taboo Index è diventata il bersaglio principale sia della Rath che del team americano interessato a rubare tale tecnologia per la National Security Agency.

Tuttavia Rath non è stata in grado di scoprire con precisione chi fosse andato contro il Taboo, entrando nel Territorio Oscuro, e visto anche il tempestivo intervento da parte di Quinella, che obbligò la piccola Alice, dopo averle cancellato la memoria, a diventare un Cavaliere dell'Integrità, le tracce della ribellione sparirono fino alla distruzione del Sigillo dell'Occhio Destro proprio per mano di Alice Synthesis Thirty, che decise di nuovo di fare ciò che riteneva giusto.

Questo evento, oltre ad aver riacceso la corsa alla cattura della ribelle da parte di Rath, si lega strettamente all'arrivo di Kirito nell'Underworld, organizzato dalla stessa azienda per provocare e influenzare le creature da loro create con l'inserimento di un vero essere umano, imprevedibile e libero di pensare e fare ciò che vuole. È stata quindi una fortunata coincidenza che Kirito avesse convinto Alice a reagire, al fianco di Eugeo, alla tirannia di Quinella.

Ma cosa sarebbe successo se Rath, o il team americano, fossero riusciti a catturare Alice subito dopo la violazione del Taboo Index? Sicuramente gli americani avrebbe cercato di donarle un corpo androide e portarla negli USA per studiarla, mentre Rath l'avrebbe osservata più da vicino per poi lasciarla e farle continuare la sua vita, una volta compreso il parziale sviluppo che aveva avuto, essendo ancora una bambina.

Voi cosa ne pensate della storia di Alice? Vi ha colpito la sua evoluzione? Fatecelo sapere con un commento qui sotto. Ricordiamo che è stato da poco annunciato un nuovo progetto per Sword Art Online Progressive, e vi lasciamo alla verità dietro il colpo di scena di Eugeo.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
1