The Case Study of Vanitas va in pausa per paura del Covid: è il primo manga a farlo

The Case Study of Vanitas va in pausa per paura del Covid: è il primo manga a farlo
di

Inevitabilmente la pandemia che non sembra voler cessare ma che anzi ogni giorno vede aumentare i casi in tutto il mondo sta mettendo a dura prova la resistenza anche dei mangaka. In Giappone il virus non si è esteso come in altre nazioni, ma l'allerta rimane ancora alta. E per questo il manga The Case Study of Vanitas decide di non rischiare.

Via Twitter, la mangaka Jun Mochizuki ha dichiarato che Vanitas no Carte, conosciuto in occidente col titolo di The Case Study of Vanitas, sarà in pausa a tempo indeterminato. L'autrice infatti teme il Coronavirus dato che il suo processo di creazione è completamente manuale e pertanto ha bisogno di assistenti che facciano avanti e indietro tra lo studio e le loro abitazioni.

Consultandosi con lo staff di Square Enix, casa editrice per la quale è pubblicato The Case Study of Vanitas, la mangaka ha esposto i propri dubbi sull'attuale metodo di lavoro e ha concordato una pausa a tempo indeterminato per salvaguardare sia la sua salute che quella degli assistenti. La rivista Gangan Joker di Square Enix perderà quindi uno dei suoi titoli di punta per diversi mesi.

Potrebbe essere solo questione di tempo prima che altri autori decidano di fare lo stesso, specie dopo aver scoperto che la Shogakukan ha dovuto chiudere gli uffici per aver scoperto che un suo dipendente era positivo al virus. Dato anche il costante rapporto tra mangaka ed editor, non è impossibile che questi vengano contagiati da chi lavora in azienda.

Tante compagnie stanno evitando di tenere eventi come il Comiket o le gite al Museo Ghibli. Anche le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate per favorire una data nel 2021 che si spera non sarà afflitta dal Coronavirus.

Quanto è interessante?
2