The God of High School, parla il regista: "Combattimenti? Ho studiato molto su YouTube"

The God of High School, parla il regista: 'Combattimenti? Ho studiato molto su YouTube'
di

Proseguono gli speciali Crunchyroll dedicati a The God of High School, e a pochi giorni di distanza dalla trasmissione dell'episodio 4, il sito ha pubblicato un altro interessante approfondimento. Pochi minuti fa è stata infatti condivisa un'intervista a Sunghoo Park, regista della serie che per l'occasione ha svelato tanti interessanti retroscena.

Il direttore ha innanzitutto parlato del suo rapporto con gli anime e della proposta di Mappa: "Una serie che sicuramente cambiò la mia vita fu Macross, la guardavo mentre frequentavo le elementari, fu in quel periodo che decisi di intraprendere la strada dell'animazione. Iniziai a studiare arte al liceo, e successivamente frequentai l'Università. Alla fine decisi di terminare gli studi all'estero e volai in Giappone. Ho lavorato molto e alla fine sono stato contattato da Otsuka-san, il Presidente di Studio Mappa, per la direzione di The God of High School".

Park ha proseguito parlando del suo metodo di lavoro e delle particolari animazioni della serie: "I partecipanti del torneo di arti marziali utilizzano decine di stili di combattimento diversi, quindi sapevo che avrei dovuto studiarli tutti. Non avendo il tempo e il budget ho optato per la soluzione più comoda, ovvero informarmi su YouTube. Ho studiato le tecniche e riprodotto i movimenti disegnando a mano i key frames. A tutto questo ho incorporato il mio stile di direzione, che prevede molto movimento da parte delle telecamere virtuali in modo da dare un senso di velocità".

La giornalista di Crunchyroll ha poi posto le seguenti domande: "Qual è la parte su cui ti sei divertito di più lavorare? E quale la più difficile?". Al che, il regista ha risposto: "Le mie scene preferite sono state dubbio quelle in cui viene approfondito il rapporto tra i tre protagonisti. Mori, Daewi e Mira partecipano al torneo per ragioni strettamente personali, ma vederli crescere come gruppo è fantastico. La parte più complessa è rappresentata dalle scene d'azione. Sono tante, e all'inizio mi ricordo che pensammo persino di ridurle. Sapevamo che molte persone avrebbero seguito l'anime solo per i combattimenti però, quindi alla fine non cercammo alcun compromesso".

E voi cosa ne pensate? Vi sta piacendo l'anime? Fatecelo sapere lasciando un commento nel riquadro sottostante! Nel caso in cui non l'aveste ancora fatto poi, vi consigliamo di dare un'occhiata alle nostre prime impressioni su The God of High School.

Quanto è interessante?
0