The Promised Neverland 2: le ragioni dietro il colossale flop

The Promised Neverland 2: le ragioni dietro il colossale flop
di

La seconda stagione animata di The Promised Neverland era una delle novità più bramate del palinsesto invernale. Come ben sappiamo, però, essa si è rivelata essere un disastro totale, tanto da guadagnarsi la nomea di peggior flop degli ultimi anni. Cosa è andato storto con la parte finale dell'avventura di Emma?

Questa seconda stagione è nota per aver salto interi archi narrativi del manga, eventi che non erano semplici parti di riempimento, ma momenti cruciali che andavano a sviluppare la trama e gli stessi personaggi. Un esempio è la totale scomparsa della famiglia reale demoniaca, i veri antagonisti dell'opera di Kaiu Shirai e Posuka Demizu.

L'anime ha però proposto anche alcuni cambiamenti interessanti, come l'aver assegnato a Isabella il compito di cercare i bambini. Tuttavia, quello che potenzialmente poteva essere un risvolto intrigante si è trasformato nel vuoto assoluto. Difatti, dopo quella scena non c'è stata più traccia della mamma per diverse puntate.

Ma non risiedono solamente nei tagli i problemi di The Promised Neverland 2. Anche quando l'anime ha provato ad adattare il materiale originale lo ha fatto in maniera frettolosa e condensata, in maniera totalmente opposta alla stagione precedente. Esempio di ciò è il ritorno di Norman, che Emma e gli altri bambini pensavano essersi sacrificato per il loro bene. Nel manga, Norman impiega ben 80 capitoli per riunirsi ai suoi amici, pagine emotive e ricche di significato, ma nell'anime tutto si limita quasi a un semplice "rieccomi qui".

Sebbene anche il finale del manga sia stato aspramente criticato, la seconda stagione di The Promised lo ha peggiorato ulteriormente. Vista la libertà concessa alla serie animata, si riteneva che almeno questa parte conclusiva potesse essere migliorata, e invece no.

Della redenzione di Isabella, ad esempio, non c'è quasi nessuna traccia. Del sacrificio di Emma, che rinuncia ai propri ricordi per permettere ai suoi piccoli amici di tornare nel mondo umano, non vi è cenno alcuno. La versione animata simula questa immolazione limitandosi unicamente a farla restare nel mondo dei demoni per cercare di salvare più bambini possibile.

In conclusione, la seconda stagione di The Promised Neverland è stata affrettata e approssimativa e tagliata e ricucita senza un senso logico: ci sarà mai un'altra occasione per rimediare a un tale disastro? Ecco tutti i punti in sospeso di The Promised Neverland 2. I social media sono invasi dall'odio dei fan di The Promised Neverland 2.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
3