The Promised Neverland: esiste un modo per salvare la seconda stagione dell'anime?

The Promised Neverland: esiste un modo per salvare la seconda stagione dell'anime?
di

Il manga di The Promised Neverland è stato, per qualche tempo, uno dei thriller psicologici più apprezzati in assoluto, prima di iniziare a colare a picco dopo la conclusione del quinto arco narrativo. Nonostante le critiche, comunque, l'opera di Shirai e Demizu si è rivelata abbastanza solida, al contrario della criticatissima seconda stagione dell'anime.

Per qualche motivo, infatti, i ragazzi di CloverWorks hanno deciso di tagliare completamente tre archi narrativi, passando a grandi linee dal capitolo 51 al 118 e rimuovendo alcune delle scene e dei personaggi più apprezzati dell'opera originale. Gli ingenti tagli alla storia hanno creato grande confusione negli spettatori dell'anime, e visto che alcuni elementi molto importanti per la trama sono stati rimossi, sembra scontato pensare ad un finale completamente originale.

Il finale del manga è decisamente la parte meno riuscita dell'opera, visto che manca di impatto e appare un po' troppo frettoloso e conveniente, ma l'anime può davvero correggerlo? Analizziamo i passi che dovrebbero essere compiuti per rendere salvabile la Stagione 2.

Innanzitutto, l'errore più grave compiuto dallo studio è stato quello di realizzare una seconda stagione composta da soli undici episodi. Subito dopo la fuga da Grace Field sarebbe stato necessario adattare almeno tre saghe, quella della Foresta Promessa (adattata in parte), e quelle della ricerca di Minerva di Goldy Pond (tagliate completamente). Goldy Pond in particolare è indubbiamente il miglior arco narrativo dopo quello della fuga da Grace Field, e sarebbe stato un ottimo punto conclusivo per la Stagione 2.

L'anime ha invece deciso di passare direttamente all'arco finale, e a questo punto è ovvio che l'ipotesi migliore sarebbe quella di realizzare un remake completo, in stile Fullmetal Alchemist: Brotherood. Esclusa questa prima opzione, potrebbe funzionare anche una conclusione all'interno del labirinto di Grace Field, magari con una sorta di flashback che - nella Stagione 3 - porti per lo meno all'adattamento di Goldy Pond e al chiarimento del piano di Minerva.

Ipotizzando invece una conclusione definitiva nel corso della seconda stagione, la migliore scelta sarebbe quella di optare per un finale agrodolce, un po' più in linea con lo storytelling maturo di Shinkai e il più distante possibile da quello del manga, in cui si è sentita la mancanza di una reale posta in gioco. Una delle teorie più popolari durante la serializzazione del manga voleva che Emma e Mujika fossero la stessa persona, con la protagonista che - su richiesta di un'entità superiore - sacrificava la sua umanità per salvare i compagni. Il manga aveva suggerito spesso una possibile connessione tra i due personaggi, e l'anime potrebbe capitalizzare l'idea realizzando un finale ad hoc.

Nonostante tutto, la seconda stagione di The Promised Neverland si è rivelata un flop, e viste le critiche del pubblico è davvero difficile immaginare che possa essere salvata. L'autore, comunque, ha affermato di aver lavorato personalmente sul finale, quindi prima di giudicarla dovremo per lo meno aspettare la messa in onda dell'ultimo episodio.

E voi cosa ne pensate? Questa seconda stagione può ancora essere salvata? Fateci sapere la vostra con un commento!

Quanto è interessante?
2